Tiro spettacolare di un cecchino della polizia USA

Un uomo che minaccia il suicidio viene disarmato senza versare una sola goccia di sangue.

Un tiro da 60 metri di distanza, quindi non particolarmente impegnativo, ma sicuramente ottimo, considerato che l’uomo, pur armato, al momento non era di fatto una minaccia per gli altri, ma solo per se stesso.

Negli Stati Uniti la Polizia non scherza un cazzo, come si nota. Un atteggiamento che, se da un lato porta spesso ad abusi, dall’altra porta anche ad episodi come questo.

Purtroppo negli USA la criminalità segue il trend di tutti gli altri aspetti della vita americana, ovvero è macroscopica.

Ma da noi una cosa del genere non potrebbe mai essere messa in atto.

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

5 Comments

  1. Luna ha detto:

    Tiro notevole, complimenti al cecchino. Bastava un centimetro di troppo e poteva piantargli una pallottola nel ginocchio anzichè colpire la pistola.

    Ma… sbaglio o subito dopo che l’uomo è stato disarmato e buttato giù dalla sedia, è stato menato di brutto da quelle stesse forze che volevano fermare il suo suicidio? Il filmato è stato tagliato subito dopo, ma a me quelli sembravano proprio calci a un uomo a terra.
    Non vedo la logica: cerchi di fermare un uomo dal compiere il suicidio (non un omicidio) e poi lo carichi di botte? Perchè?
    Scusa per l’OT, ma la prima sensazione che ho avuto guardando il video è stato “nausea” e volevo indagarne la ragione.

    Luna 🙄

    • franz ha detto:

      Innanzitutto concordo che, almeno in apparenza, la violenza alla fine sembra del tutto gratuita.
      Tuttavia, conoscendo il contesto americano, posso in parte capire (anche se non condivido) questo comportamento.
      Negli States infatti il livello di violenza urbana è sempre più elevato. E questo non di certo a causa della facilità di armarsi (che invece contrasta la micro criminalità), quanto a causa del fatto che gli americani sono mediamente un popolo di fuori di testa. Sono dei bambini molto spesso psicologicamente labili. La polizia corre dei rischi veramente seri ogni giorno, non come da noi dove anche un delinquente ferrato ci pensa su due volte prima di ingaggiare un conflitto a fuoco. Negli USA il divario tra popolazione “normale” e criminale non è così netto, nel senso che quando un poliziotto affronta un malvivente il rischio di trovarsi un colpo di 45 tra gli occhi è elevatissimo.
      Proprio perchè sono più abituati di noi ad avere armi da fuoco circolanti quindi, le conoscono meglio di noi. Un poliziotto sa benissimo che una persona come l’uomo del filmato, nonostante tutto, potrebbe ancora cercare di recuperare l’arma e, essendo evidentemente fuori di testa, sparargli addosso. La pistola è stata fatta volare via dalla mano dell’aspirante suicida, ma è ancora lì da qualche parte e potrebbe essere ancora funzionante. Ecco perchè lo stendono senza troppi complimenti.
      La tua nausea deriva da una questione morale e culturale che non è applicabile in nessun modo al contesto in cui si svolge questo evento.
      E’ una questione di semantica applicata a quello che vedi. Estrapolato dal contesto, cambia completamente il significato.

  2. Alli ha detto:

    In effetti è una scena piuttosto assurda per trattarsi di un Suicidio,come si sente dire dalla voce.
    Capisco i cecchini che tentano di disarmarlo e lui manco sa che ci sono…ma tutti quei polizziotti davanti a lui che puntano la pistola… contro uno che vuole suicidarsi

  3. Alli ha detto:

    Ho scusate..ho messo troppe poche z…polizzzziotti :prrr:

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.