Pastori sardi bloccati a Civitavecchia: che cazzo sta succedendo qui?

Come ha scritto Don Francesco Barbero… “prove tecniche di regime“; anch’io non saprei come altro definire ciò che sarebbe accaduto a Civitavecchia, dove, a quanto pare, una delegazione di pastori sardi, diretti a Roma per manifestare pacificamente e richiamare l’attenzione del pubblico sul problema della loro classe, sarebbero stati bloccati da un contingente di forze di Polizia, che avrebbero loro impedito di proseguire.

La manifestazione non era ancora in atto, nessuno aveva armi proprie o improprie, nessuna legge era ancora stata violata.

Ciononostante i pastori sarebbero stati bloccati, i loro pullman sequestrati e loro stessi costretti a ritornare in Sardegna a forza. In più, a quanto pare, qualcuno (un ragazzino) sarebbe pure stato preso a manganellate.

Il tutto con la scusa che la manifestazione che volevano mettere in atto non era autorizzata.

Ma che cazzo vanno dicendo? Un conto è fermare una manifestazione in atto (se non autorizzata posso ancora capire), un altro è bloccare delle persone che la manifestazione non l’hanno manco ancora messa in piedi.

Se quanto affermato dalla stampa risultasse vero, il fatto sarebbe estremamente grave, anche se può non sembrare; la libertà di pensiero, di parola e di espressione sono principi sanciti dalla Costituzione, al cui rispetto sono tenuti tutti i cittadini italiani, soprattutto coloro che rivestono incarichi dirigenziali al servizio dello Stato.

I poliziotti non si sono di certo mossi di loro iniziativa. Qualcuno avrà dato l’ordine. E qualcuno l’avrà dato a lui: occorre risalire la catena gerarchica fino a chi ha emesso un simile ordinativo.

Dopo di che questa persona, a parer mio, dovrebbe essere immediatamente sospesa dall’incarico, ed a suo carico avviata un’indagine molto seria e veloce. Anzi: fulminea.

Dopo di che, se i fatti citati dalla stampa fossero veri, dovrebbe essere immediatamente allontanata dal suo posto e le dovrebbe essere interdetta a vita la possibilità di qualunque impiego nella pubblica amministrazione.

Io onestamente spero davvero che si tratti della solita distorsione e strumentalizzazione mediatica di fatti ben diversi.

Perchè se davvero le cose sono andate così… allora questo è un segnale incredibilmente allarmante ed altrettanto preciso della bruttissima piega che sta prendendo questo Paese.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

5 Comments

  1. Ailinen ha detto:

    Dire che sarebbe grave è dire poco. Ma l’Europa perchè consente questi schifi?

    • franz ha detto:

      Non saprei, ma non mi meraviglia, dopo che non ha alzato un dito sulla questione della stampa in Ungheria.
      L’Unione Europea non esiste, se non come sistema per difendere gli interessi economici di pochi gruppi di potere.

  2. lucia ha detto:

    … chi scommette un copeco (di quelli del vecchio conio) che finirà tutto nel deretano di un micro-funzionario che verrà definito “troppo zelante”, il quale sacrificherà se stesso e la propria scomoda seggiola in nome di non sapremo mai davvero chi o cosa? Pensione anticipata e una liquidazione da “nababbo”?… :wow:

  3. jackll ha detto:

    Purtroppo in italia la demograzia esiste solo per quelli che stanno al governo,fànno fede le affermazioni di gasparri sugli arresti preventivi,in questo caso hanno bloccato una futura,probabile, manifestazione preventivamente,occhio perchè non oso pensare cosa potranno fare preventivamente. :shit: :shit: :shit: :shit: :shit: :shit:

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.