Dio, la dieta e il mangiar sano

Due vecchietti, 85 anni a testa e sposati da 60, vivono in una casa modesta ma graziosa, grazie alla morigerazione con cui hanno sempre vissuto. In più, grazie alla continua e indefettibile attenzione della donna, hanno sempre mangiato cose sane, pochi zuccheri e niente sale, cereali e poca carne, niente alcool.

Entrambi godono quindi di ottima salute, anche grazie alle quotidiane passeggiate ed esercizi, sempre compiuti grazie all’insistenza della donna.

Un giorno, di ritorno da un viaggio, il treno su cui viaggiano deraglia e i due muoiono nell’incidente, finendo dritti davanti a San Pietro, il quale li accoglie con molta gioia e dolcezza.

– Vi aspettavamo, sapete? Voi avete sempre vissuto in grazia di Dio e, per questo, avete meritato un trattamento di favore. –

Detto questo li accompagna in una lussuosissima villa dotata di ogni modernità e di personale di servizio dedicato.

Il vecchietto, preoccupato, chiede:

– Meraviglioso, ma… quanto mi costa? –

– Nulla -risponde serafico San Pietro – Ora siete in Paradiso, il denaro non esiste. Tutto questo è gratis! Ma venite, vi accompagno al refettorio –

E così dicendo precede la coppia in un lussureggiante e raffinato ristorante, al centro del quale campeggia una tavola imbandita di ogni meraviglia, dal tacchino alle braciole, dal pesce alla pasta al forno, e ogni genere di dolce e vino pregiato.

Ancora una volta il vecchietto, preoccupato, sta per chierdere il prezzo di tanta meraviglia, ma San Pietro lo previene:

– Non me lo chiedete nemmeno! E’ tutto gratis! Siete in Paradiso! –

Al che il vecchietto ci pensa un attimo, poi inizia a sorridere e chiede ancora:

– Vuoi dire che possiamo mangiare tutto senza preoccuparci del colesterolo o del sale? –

– Esatto! Siete in Paradiso! –

– E che possiamo bere birra e vino? –

– Certamente –

– E tutto senza la corsetta del pomeriggio e la ginnastica della sera e senza preoccuparci del sale e dello zucchero?

– Si, è così! – Conferma San Pietro

Al che il vecchietto si gira verso la moglie e le dice:

– Vaffanculo te e i tuoi cereali di merda! Avremmo potuto essere qui già da dieci anni! –

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

5 Comments

  1. salvo ha detto:

    mdr ,:muah: :muah: :muah:

  2. jackll ha detto:

    Fantastica !!!!!

  3. fred ha detto:

    Come dire “chi ha tempo non aspetti tempo”? No!
    Bisogna prenderla come una storiella; una di quelle parodie alla vita; una beffarda interpretazione sulle rinunce a favore di un vivere meglio; in fin dei conti il benessere non è solo rappresentato dalle abbuffate e dai godimenti sfrenati (oggi si dice selvaggi). Una vita morigerata arricchisce lo spirito!
    Però, svaccare ogni tanto e sforare dai rituali del galateo ed del buon comportamento, aahhh che liberatoria!!!!!!!
    Saluti. 😈

  4. simone ha detto:

    :chehers: :finger: :chehers:

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.