Le assurde dimostrazioni sugli alieni

Francesco Franz Amato Le assurde dimostrazioni sugli alieniC’è un articolo sulla Repubblica, lo trovate qui. In buona sostanza il ragionamento riportato dalla solita, immarcescibile “equipe di scienziati” è il seguente: dato che abbiamo trovato un microbo che riesce a vivere immerso nell’arsenico, sostanza letale per ogni forma di vita conosciuta, questo dimostra che posso esistere forme di vita sconosciute e quindi, a seguire, la possibilità di esistenza di razze aliene.

Apperò, complimentoni alla comunità scientifica!

Siamo arrivati all’assurdità di dover dimostrare ciò che qualunque logica dimostra essere vero.

Mi spiego: voglio proprio vedere in base a quale teoria scientifica, potrebbe essere dimostrabile che NON esistono razze aliene.

Non esistono, ve lo dico io. Non esiste un solo modo per dimostrare che gli alieni NON esistono. Il che dovrebbe far pensare semplicemente che non sappiamo come trovarli, o che non vogliono farsi trovare loro, o un milione di altre teorie possibili.

L’ego umano è assurto a tali livelli da fargli sentire il bisogno di una dimostrazione scientifica per qualcosa che dovrebbe essere ovvio per chiunque. Come cazzo si fa a pensare di essere l’unica razza di esseri viventi in questo enorme, vastissimo e antico universo?

Bisogna essere davvero ben cechi per pensarlo, solo sulla base del fatto che nessuno ha mai visto un essere vivente diverso da quelli conosciuti.

Ma noi no, abbiamo bisogno di una merda microscopica in grado di vivere nell’arsenico per rendercene conto!

Ma vaffanculo, va’!

5 risposte a Le assurde dimostrazioni sugli alieni

  • davide scrive:

    La dimostrazione che il batterio viva nell’arsenico è madre di tante altre teorie (come quella che la vita sulla terra derivi da un meteorite) e cose varie. Se ci mettessimo per un attimo nei panni di uno scienziato che per anni ed anni cerca la prova della vita aliena, scoprire un batterio è tantissimo. Si potrà dire “ahah, è solo un misero batterio”, ma ciò prova che la vita in condizioni estreme per noi, può essere normale per altri “mondi”. Tuttavia la scienza, dopo Galileo ed Einstain, dice che “La teoria va affermata e riprodotta in laboratorio, in caso contrario bisogna lavorare per abbatterla”. Ecco che un team di scienziati, non lavora per abbatterla ma per avvalorarla.
    La merda microscopica potrebbe essere (già) qualcosa di più, anni luce distante, da questo nostro mondo. E tuttavia, c’è bisogno sempre di lavorare per mettere da parte anche il minimo scetticismo in riguardo e affermare, una volta per tutte, che ci sono (anche piccole) vite extraterrestri.

  • Andrea scrive:

    Concordo sull’assurdità di alcune “dimostrazioni scientifiche”.
    Una volta ho letto (e vi giuro che è vero!) che uno scienziato aveva dimostrato, per mezzo di un esperimento scientifico (con tanto di sovvenzionamneto magari) che…..se mangiamo più frutta possiamo evitare di bere tanta acqua perché compensiamo !??!?!?!?!??!?!?! Ma questo me lo diceva mia nonna!!!!!
    La scienza (che è una grande cosa) dovrebbe essere uno strumento per avvalorare ciò che la mente umana (che è potenzialmente una cosa moooolto più grande) intuisce, non un mezzo per soddisfare i bisogni ossessivo-compulsivi di “certezze matematiche”….
    E, per quanto riguarda la vita aliena…bè, sicuramente mia nonna ne sapeva molto di più!
    :wink:

  • Mr Korn Flakes scrive:

    Concordo in pieno con il post, anche se scoprire queste cose resta comunque utile.
    Io ritengo inoltre possibile che gli “alieni” esistano anche sulla Terra: se consideriamo che la nostra percezione sensoriale è limitata, è possibile che esistano cose che non riusciamo a percepire. Queste cose potrebbero essere anche esseri viventi.

  • Giuseppe scrive:

    Scusate: ho letto anch’io della scoperta del batterio che si “nutre” di arsenico, ma non capisco la connessione con gli alieni.
    Perché gli alieni si devono nutrire per forza di veleno? Sembra, quando si pensa agli elieni, che debbano per forza di cose essere orribili e avere chissà quali orride abitudini alimentari.
    Non può essere che si nutrano molto, ma molto meglio di noi?
    Che ne so: degli alieni igienisti o, addirittura, vegetariani?
    Oppure che si nutrano solo di luce?

Commenta con il tuo nome Facebook

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!

Testi pubblicati

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.


Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.


La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.


Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate