Sei gay? Niente comunione

Secondo Paola Binetti “un gay è in peccato grave, quindi non può ricevere la comunione.”

Non so se si tratti della posizione ufficiale della Chiesa ma non mi pare di aver letto da nessuna parte nessun tipo di smentita a questa asserzione, anzi: mi pare che più di un vescovo, oltre alla Sig. ra Binetti, abbia espresso la medesima idea.

Certo che, di questo passo, in paradiso fra un po’ ci sarà un bel po’ di solitudine… voglio dire: se trombi e non fai figli, vai all’inferno; se divorzi, vai all’inferno; se non vai a messa, vai all’inferno; se sei gay, vai all’inferno; se abortisci, vai all’inferno…

Fatti quattro conti, inferno batte paradiso 6.500.000.000 a 10.

Mi sa che alla fine dei tempi, il giudizio universale non lo faranno nemmeno, limitandosi a spostare il cartello “INFERNO” dalla sede attuale all’orbita terrestre.

Io veramente mi chiedo come ci sia ancora qualcuno che riesca a credere a tutto questo, che riesca ancora ad accettare posizioni e tesi così assurde.

Eppure accade.

Vai a capire…

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

11 Comments

  1. Luna ha detto:

    Il guaio è che chi crede ancora a tutto questo si fa giudice e si sente in diritto di andare a spaccare i cosiddetti anche a chi di ‘ste cose non ne vuol sentir parlare.
    Sono sempre più convinta che abbiano già spostato da un pezzo quel cartello sul nostro pianeta :devil:

  2. Daniele ha detto:

    Io la comunione l’ho fatta che ero minorenne…
    Quindi adesso chiederanno a tutti i bambini che vanno a fare la comunione se sono gay? :muah:

  3. Sciuscia ha detto:

    La frociaggine va contestualizzata.

  4. vito ha detto:

    Anche se non vado a messa mi sbattono all’inferno??

    ormai non c’è più religione!!!! 😈

  5. Patrizio ha detto:

    Ciao Franz.
    Scusa l’intromissione in questo post ma volevo segnalarti, se non l’hai già visto, un video esilarante..vedi tu se inserirlo nel blog.
    Secondo questa vecchietta certi signori che sono divorziati e poi fanno la comunione sono l’emblema dell’ipocrisia che regna in politica.
    Un fatto accaduto veramente ma sembra uno sketch…..come smontare con la schiettezza della cultura popolare d’altri tempi la ridondante finzione retorica dei politici intervistati!

  6. dilmun ha detto:

    …è il motivo per cui non sono gay. Per ricevere la Comunione.

  7. White Knight ha detto:

    Più che di “comunione” si tratta di “CONFUSIONE”, ovvero della causa per cui l’Inferno ad alcuni (la maggior parte purtroppo) “SEMBRA” essere già sulla Terra… AMEN!!! :devil:

  8. Blushaft / wfal ha detto:

    :kissmyass: ….ma si ….fanno bene….sbattiamo tutti all’inferno….rimangono poi i prelati in paradiso….e per lo meno cè li siamo tolti di mezzo…..

  9. fred ha detto:

    La Binetti e tante altre persone bigotte e intolleranti dovrebbero riflettere molto di più sulle storture e le malvagità operate da e per Opus Dei nei riguardi della dignità personale di tanti malcapitati che sono caduti vittime dei loro tranelli e delle loro angherie, pittosto che occuparsi di che cosa fanno gli altri nella privatezza delle camere da letto. Ovviamente anche gli omosessuali dovrebbero essere maggiormente rispettosi della sensibilità altrui e mantenere uno stile di vita sociale più sobrio, meno esibizionista e provocatorio, specie nelle manifestazioni festaiole in pubblico.
    Saluti. ❓

    • franz ha detto:

      Sacrosanto, Fred. Ma mi spieghi cos’è quel cavolo di link che compare sotto i tuoi commenti? (adesso l’ho cancellato).

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.