E l’iPhone censurerà gli SMS

Eccola qui l’ennesima porcata di Steve Jobs: Apple sta per brevettare un software per censurare gli SMS in arrivo e in partenza da un cellulare iPhone.

La tecnologia con cui vorrebbe elevarsi a censore (ma vi rendete conto?) delle comunicazioni sui “suoi” merdafonini non è ancora chiara, ma è evidente che si tratterà di un’analisi semantica del testo, con dialogo diretto con un server.

Server che deciderà se quello che dice una persona in possesso di un iPhone è degno o no di essere trasmesso al destinatario (o ricevuto da questo).

E così, con la scusa di evitare che gli adolescenti si scambino messaggi porcelli, Steve Jobs riparte con la sua crociata moralizzatrice per controllare lui quello che il mondo può o non può dire, fare, guardare… mi sa che il suo modello dev’essere il senatore McCarthy!

Vi piace ancora il vostro iPhone?

Contenti voi…

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

11 Comments

  1. Luna ha detto:

    Buon giorno Franz :bye:
    Ma cosa importa a Steve Jobs se gli adolescenti si mandano messaggi porcelli… cos’è, si insozzano forse i suoi “puri” telefonini?
    Per quanto mi riguarda può scordarsi che gli regali i miei soldi per una robaccia del genere.

    Ps: sarà mica la reincarnazione di Catone il Censore? :prrr:

  2. Sciuscia ha detto:

    Tanto gli SMS non arrivano comunque, che non prende…

  3. Pirata ha detto:

    Sono d’accordo con te su jobs.
    Sono due anni che uso un’iphone e mi sono sempre trovato bene. Secondo me jobs, con l’invenzione dell’iphone, si è superato: non è detto che se uno è una testa di cazzo, lo sia anke il figlio…
    Ciao Franz !

  4. Mr Korn Flakes ha detto:

    Avete frainteso la notizia.
    Il filtro sarà applicabile o meno dall’utente, quindi chi non lo vuole non lo attiva; infatti viene paragonato al Parental Control (attivabile o no). E’ pensato per i genitori che non vogliono che i propri figli scrivano o leggano roba oscena.
    Il piano della discussione andrebbe quindi spostato sui genitori che credono di poter crescere dei bambini/ragazzi in una campana di vetro.
    Detto questo, una funzione “in più” non mi crea problemi, a patto, appunto di poterla attivare solo su mia volontà; a me comunque basta e avanza un cellulare che chiami, invii sms ed abbia una rubrica. Di tutto il resto non so che farmene.

  5. Pirata ha detto:

    inoltre trovo che a te Franz, un iphnoe sarebbe utile perké, ad esempio, potresti controllare il blog ovunque ti trovi…

  6. Pirata ha detto:

    che cazz’è l’Android ?

    • franz ha detto:

      E’ il sistema operativo concorrente di IOS (quello dell’iPhone per intenderci). Lo usano tutti gli smartphone di ultima generazione tranne iPhone e Nokia.
      Praticamente fa tutto quello che fa IOS, ma lo fa meglio, più velocemente e, soprattutto, i telefoni che lo usano costano al massimo 500 euro contro i 700 dell’iPhone 4. Telefoni che FUNZIONANO, non hano problemi di antenna, non si rompono con la facilità di iPhone (che è risultato fragilissimo, soprattutto nel display) e non pretendono di decidere loro quello che l’utente può o non può fare.

  7. White Knight ha detto:

    La tecnologia ha offerto all’Umanità “nuove possibilità” ciò è indubbio!!!
    Di conseguenza ha cambiato alcuni aspetti del vivere quotidiano, ergo risulta difficile, ma non impossibile, fare a meno di un cellulare specie in occidente per ovvie ragioni di praticità.
    Dunque ben venga il poter telefonare o inviare messaggi d’ovunque ci si trovi ed in qualunque momento.
    Detto ciò non concepisco il fatto di trasformare un semplice “comunicatore” (avete presente Star Trek:”Kirk a Enterprise mi riceve Sulu?, mi aiuti sono sulu come un canu!!!” :muah: battuta a parte) in un “OGGETTO di CULTO di MASSA”!!!
    Un semplice telefono cellulare che chiama ed invia messaggi ed ha una rubrica è più che sufficiente, tutto quanto il resto è del tutto superfluo o quasi (ad esempio il navigatore è anche utile, ma non indispensabile).
    Se il tanto “caro” (a Franz) Steve Jobs ha fatto soldi a palate lo deve solo ed unicamente al fatto che milioni di individui “inconsapevoli” per “SENTIRSI VIVI” devono “CORRERE DIETRO AL VENTO” (si chiami: I-Phone, E-book, Tu mi stufi Cirillo, Parti giusto Pirla o quant’altro)oltretutto senza riuscire ad acchiapparlo!!!
    Proprio per questo le persone dovrebbero come diceva il buon vecchio Miyamoto Musashi (sapete no il tizio della storia del “remo”):”Impara a distinguere il “GUADAGNO” dalla “PERDITA” nelle cose del mondo!!!”.
    Mica fesso… :warrior:
    PS: Sul fatto della “censura” mi trovo perfettamente d’accordo, ritenendola una forma di “ipocrisia” se intesa come mezzo per EDUCARE i giovani o preservarli da “oscenità” (di natura sessuale magari) see….
    Concludo con una battuta der mitico MONNEZZA:” A steve coso, ma vedi de anna a vaffanculo!!!”. :finger:

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.