Flash del giorno: la BP viene a perforare nel mediterraneo

bpGrazie alla Libia e a Gheddafi, la BP verrà a trivellare con la sua “sicurissima” tecnologia a poche miglia dalle coste italiane di Lampedusa.

Dopo le evidenti, criminali responsabilità emerse dalla vicenda “marea nera”,  la sola idea che questi schifosi vengano a trivellare nel mediterraneo mi mette letteralmente i brividi.

Speriamo solo che non facciano il bis del golfo del Messico.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

5 Comments

  1. Donatilla ha detto:

    Va be………ma allora……..i nostri governatori non hanno capito nulla…non se ne può più….
    cosa possiamo fare????

    donatilla

    • franz ha detto:

      In questo caso temo ben poco: Gheddafi non è di certo un’educanda. I dollari gli piacciono assai.

      P.S. non serve che ti firmi ad ogni commento, esce già il nome sopra. :bye:

  2. Il Veronesi ha detto:

    Beh, in realtà la cosa più interessante è il retroscena, che riguarda l’attentato di Lockerbie ed il rilascio del terrorista Al Magrahi, come da articolo di Repubblica leggibile qui di seguito: http://rampini.blogautore.repubblica.it/2010/07/25/bp-il-terrorista-e-il-petrolio-libico/

  3. rosa ha detto:

    Già, perchè non sono sufficienti le centinaia di migliaia di tonnellate di petrolio riversate “involontariamente” in mare da petroliere, raffinerie e oleodotti vari, con le devastanti conseguenze su tutta la fauna marina e che noi tutti conosciamo!

    Ma la BP mette le mani avanti e fa sapere che nella remotissima eventualità di un nuovo incidente, ha già pronti “dettagliati piani d’emergenza”…Capito sì?
    Quindi possiamo stare tranquilli, oltretutto, poi, noi siamo in buone mani…abbiamo l’ ESPERTO BERTOLASO…! Ma te lo immagini a prendersi cura della marea nera?
    Speriamo solo che non ci siano massaggiatrici in giro…

    Buona vita
    Namastè

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.