Tutto a un tratto… l’incoscienza

scatole cinesiE’ quello che può capitare di scorgere dentro di noi, così… in uno schiocco di dita.

In questi casi, è severamente vietato farsi fregare! NON disperatevi, NON deprimetevi, NON stateci male.

NON fate nulla di tutto questo, per il semplice motivo che… quello che avete visto non siete voi!

Eccheccazzo… si è mai visto un occhio che riesce a guardare se stesso? No, vero? E allora, quella cosa viscida, amorfa e sonnolenta che avete visto…

MI SPIEGATE COME PUO’ ESSERE “VOI”?

Non può, molto semplice. O meglio, quella cosa è una parte di voi. Qualcosa che, dato che è possibile osservarla, non vi appartiene. O meglio, non appartiene a quell’essere misterioso che si è trovato in posizione tale, rispetto ad essa, da poterla osservare dall’esterno.

Beh, se vi capiterà un flash del genere (e se seguite una via o una ricerca, se siete alla ricerca della verità, prima o poi, vi capiterà) allora acchiappate l’occasione al volo.

Buttate nel cesso tutte le emozioni negative e, semplicemente, rivolgete la vostra attenzione a cercare di capire che cazzo è quel tizio che sta guardando il tutto con un’aria del tutto distaccata.

State lì con l’attenzione, non fatevi prendere dalla tentazione di autocommiserarvi o di spargervi il capo di cenere. Ricordatevi che la vera umiltà non ha nulla a che vedere con tutto questo, quanto con la capacità di comprendere esattamente quanto il nostro essere non sia assolutamente nulla, se paragonato a tutto il resto, preso per intero (o anche solo in parte).

Se riuscirete a mantenere fermo quello sguardo, potrebbe anche capitare che, come in un gioco di scatole cinesi, riuscirete ad osservare quell’osservatore. E poi ad osservarne un altro, e un altro ancora, sempre più grandi, sempre più liberi, sempre più espansi.

E se vi va di culo, datemi retta… ad un certo punto potreste davvero realizzare qualcosa di bellissimo!

Oppure anche di più!

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

4 Comments

  1. Blushaft ha detto:

    Sante parole….
    il cercare il testimone….che alberga da qualche parte dentro di noi….mentre ci disperiamo siamo affranti o grigi….lui è sempre lì…che attende…….magari sdraiato con una bibita ghiacciata che ci osserva….in una nicchia paradisiaca di uno spazio incontaminato del nostro interiore…
    Ciao Franz….

  2. francesco ha detto:

    Bravo Franz! Cercavo l’icona che applaude ma non la trovo…

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.