Star Trek: il futuro ha inizio... che figata! - Franz's Blog

Star Trek: il futuro ha inizio… che figata!

locandinaFinalmente sono riuscito a vederlo! Da settimane lo inseguivo e non riuscivo mai ad acchiapparlo, ma ieri sera ci sono riuscito.

Mi è piaciuto un sacco! La storia non ve la svelo per non rovinarvi la soropresa ma posso assicurarvi che è nel più puro stile Roddenberry, per gli appassionati della saga fantascientifica più famosa del mondo è roba da leccarsi le dita.

Diretto da JJ Abrams, lo stesso di Lost, il film non solo non si arrampica sugli specchi, ma si destreggia alla grande in mezzo a paradossi temporali che hanno fatto sputare da sempre sangue ai migliori scrittori di fantascienza.

L’equipaggio originale, Kirk, Spock, Scott, McCoy, Uhura, Cechov e Sulu porteranno “fuori” la nave più famosa della storia della SF, in una vicenda meravigliosamente incasinata, nella prima avventura della loro carriera militare.

Delizioso il cameo di Leonard Nimoy, che torna a vestire i panni del vulcaniano Spock. Devo confessare che quando l’ho visto aprire a V le dita della mano nel suo storico saluto, quasi mi sono commosso. zoe saldana

Insomma, inutile negarlo. L’enterprise di Roddenberry mi ha accompagnato per tutta l’infanzia, mentre divoravo tutti i libri della serie Oro dell’Editrice Nord (per chi non lo sapesse si tratta della più prestigiosa raccolta di titoli di fantascienza mai pubblicata in Italia), e rivivere oggi la stessa atmosfera, grazie alla  genialità di Abrams, per giunta con la tecnologia grafica attuale, è stata un’esperienza davvero folgorante.

Per chiudere: se qualcuno si chiedesse chi è la stragnocca che fa la parte di Uhura in questo film, sappia che si tratta nientepopodimeno che di… Zoe Saldana, ovvero l’interprete umana di Neytiri in Avatar.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

7 risposte a Star Trek: il futuro ha inizio… che figata!

  • Eccomi sono una fans sfegata di Star Trek, ma quello di Roddenberry non l’accozzaglia di cose che hanno fatto con l’ultimo telefilm <<

    Non ho mai amati Kirk, ma in questo film devo dire che era straordinario. Il film lo era. Poi c'è la mia razza preferita, quella che durante le conventions (fino a che non ho smesso sob ç_ç) ho interpretato nei vari giochi.

    Bello veramente come film… Sì sì…..

  • Ank’io seguo da tanto tempo la saga di Star Trek. Questo film mi piace molto e infatti, a mio avviso, l’unico difetto che ha, è che dura poco…
    Il capitano che preferisco è quello interpretato da Patrick Stweart, un po per la sua bravura, un po per la voce che lo doppia e, sopratutto, per il suo “legame” con i Borg, esseri evoluti ma prevaricatori…

  • Allora, io dopo la serie storica, sono rimasto delusissimo da tutte le altre, per cui, pur amando star trek, non ho voluto vedere questo film. Mi state dicendo che posso andare a vederlo senza incazzarmi?

    • Io mi sono incazzata con Enterprise….

      Secondo me sì…..

    • sicuramente la serie storica è stupenda…..ma io ho apprezzato moltissimo la serie “Voyager”….molto ben fatta secondo me…mi sono visto tutte e sette le stagioni!!!!!
      …il nuovo film, secondo me, è veramente una figata!!
      ciao

  • L’ho appena riguardato e in certi passaggi mi sono venuti i brividi…

  • Signori….non ho mai seguito, neanche per sbaglio, la saga di star trek…sapevo a malapena chi fossero il dott. Spock e l’Enterprise…ma leggendo l’articolo franzico e i commenti vostri, decisi di essere “iniziato” alla saga, affitandomi er filmetto, sperando che non fosse ‘na seg…@… :suicide:

    …e

    …mi sono fottutamente divertito!! :party: ..mi è piaciuto assaje! sopratutto la parte iniziale..
    non male davvero..come non male la topa di avatar in natural version..(ma era winona ryder la mamma di spock?)

    invece mi sono un pò perso con i paradossi temporali…
    ed è questo in realtà il motivo del mio commento in questa notte di mezza estate* in cui nun teng nu cazz da fare..e ho voglia di fanta-cazzeggiare. olè :muah:

    allora..fateme capì…mi sembra che la versione più accreditata, in genere, nei fanta-viaggi del tempo sia quella delle realtà alternative…chi torna indietro non modifica la sua realtà (come in ritorno al futuro) ma un universo parallelo in cui le cose devono ancora accadere e possono prendere altre strade. quindi non c’è contraddizione se Spock vecchio incontra Spock giovane, o se Spock fornisce la formula del teletrasporto al giovane che nella realtà alternativa di Spock l’ha scoperta..
    devo però dire che questa ipotesi del multiverso, con le infinite possibilità dell’universo di creare strade possibili, non mi ha mai appagato: primo, perchè è l’idea di fottere l’inesorabilità del tempo che m’intriga…in fondo se un me alternativo in un univero parallelo è un figo pazzesco e sta con megan fox..a me che me ne viene? in fondo accade ad un altro!…sono IO che voglio tornare indietro e beccarmi megan fox! (a meno che la coscienza dei vari “io” del multiverso non sia unica !…ma in questo caso dovrei averne consapevolezza adesso :unbelieve: )..
    secondo motivo, mi è sempre sembrato una forzatura pensare che si creasse addirittura un nuovo universo, che va a destra e non sinistra in virtù di una singola scelta. Ci vuole un’energia pazzesca per Creare un intero universo…e mica si crea dal nulla!..dubito basti la semplice modifica di un singolo individuo.
    allora andiamo all’ipotesi che chi torni indietro possa modificare la “propria ” realtà…questa già mi piace di più, ma temo la censura cosmica per cui in realtà l’universo stabilisce che non si può modificare nulla, nonostante i tentativi di modifica, e quindi il temponauta è destinato sempre a fallire…ritornando al punto d partenza con tutto immutato..
    inoltre stiamo affermando che il viaggio sia possibile, magari con un wormhole, un tunnel spazio-temporale..ma per crearne uno ci vuole l’energia di un’intero pianeta (non so na mazza di fisica, ma mi par di capire che sia na cosa simile..)

    terza soluzione il viaggio è possibile, ma non in termini fisici, bensì spirituali, quindi muovendosi “fuori” o “al di sopra” del flusso temporale tramite altri “corpi sottili” , senza interagire con la materia..il che mi sembra già più fattibile , ma lascia insoddisfatta la parte materiale e fisica , che rimane pertanto prigioniera della monodirezionalità del tempo.

    insomma…sono in vena di metacazzeggio notturno 😆 ..ma i viaggi nel tempo mi affascinano da morire, oserei dire che mi ossessionano..quindi invito Franz a scriverci su, se gli va..e chiunque abbia idee in merito sul mistero temporale…

    * scritto ieri notte in vena di cazzeggio con in corpo due Chardonnay, ma mi addormentai con pc acceso e quindi spedisco ora lol3:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Franz’s Blog

Se vuoi aiutarmi a tenere vivo questo blog, puoi fare una donazione. Non ci sono limiti, ne in basso ne in alto.

In ogni caso, Franz’s Blog resta a tua disposizione come per tutti.

Grazie infinite, qualunque sia la tua intenzione!





Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Cerca nel sito
Solo corrispondenza esatta
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Cerca nei post
Cerca nelle pagina
Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Su FB…
Guardiani

Guardiani

Guardiani

- Romanzo -

Sullo sfondo della millenaria guerra con i Kerberos, razza dedita alla conquista ed al dominio, i Guardiani, guerrieri antichissimi dotati di straordinari poteri e le loro bellissime compagne, le Donne di Razza, anch’esse dotate di poteri e percezioni sottili e in grado di tramutarsi in enormi pantere, sono alla ricerca del futuro Guardiano Imperiale, disincarnato a forza dai Kerberos e del tutto inconsapevole su un pianeta sconosciuto. La sopravvivenza di milioni di razze e pianeti dipende da una corsa contro il tempo per ritrovare Kirshan prima che lo facciano i nemici.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate