Flash del giorno: su Facebook per boicottare BP

bbpCi sono già 312.000 iscritti.

Lo scopo è quello di boicottare la BP, cessando di acquistare qualunque prodotto venduto da questa compagnia responsabile del disastro ambientale nel golfo del Messico, sempre più grave di ora in ora (facendo una media tra le varie stime siamo a 100.000.000 di galloni di petrolio, circa 380.000.000 di litri).

Io mi sono unito a questa forma di protesta. Se volete farlo anche voi, trovate la pagina a questo link. E’ ovvio che 300.000 persone non fanno un baffo al colosso del petrolio, ma lasciate che la cifra superi il milione e che la notizia di questa protesta si sparga sui media (come sta facendo).

L’immagine è tutto, e il denaro anche. Colpire una compagnia petrolifera in entrambi i punti, prima o poi finirà per produrre effetti.

Tra l’altro, insieme all’opinione pubblica ci si è messa pure l’agenzia di rating Fitch, che ha declassato BP da AA+ ad A (e non è poco!).

L’ho detto, la BP deve chiudere, essere smantellata, venduta alle concorrenti, tutti i capitali devono essere espropriati. Col ricavato si potrà fare davvero qualcosa per ovviare ai danni prodotti da questi personaggi.


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

1 Comment

  1. gianni vignali ha detto:

    vi segnalo il gruppo facebook italiano “Boicottiamo i distributori e prodotti BP”
    http://www.facebook.com/home.php?#!/pages/Boicottiamo-i-distributori-e-i-prodotti-BP/123456797687140

    saluti:
    gianni

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.