Quando il digitale non esisteva e Walt Disney disegnava…

…e lo faceva sul serio! Guardate questo spezzone tratto da “Bambi”, il famosissimo film d’animazione vera di Walt Disney.

25 o 30 disegni per ogni secondo di proiezione. E i film duravano più di un’ora. Il lavoro era durissimo!

Ma il risultato… il risultato aveva un sapore del tutto particolare. Perchè non si voleva imitare la realtà con il disegno animato.

Ma raccontare una fiaba. Un’arte che, oggi, pare del tutto dimenticata.

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

6 Comments

  1. Ailinen ha detto:

    Vero…. Erano e sono i più belli….

  2. Il Veronesi ha detto:

    Concordo. Ma sapete che paradossalmente gli iper-tecnologici giapponesi, che fanno film d’animazione di due ore completamente computerizzati, inseriscono ancora dei disegni tradizionali nelle parti salienti, proprio per dare risalto al momento?

    • Daniele ha detto:

      Io dopo aver visto i lavori di Makoto Shinkai sono rimasto senza parole. Il suo primo film(dovrei dire corto forse?) fatto interamente da lui con il solo uso di un mac g4 nel 2002(e quel mac era già “vecchio” credo)… ha fatto tutto lui, ha dato pure le voci(che poi sono state ridoppiate da professionisti del settore). Anche nell’ultimissimo “5cm per second” i disegni sono mozzafiato… e penso che di grafica in CG ce ne sia gran poca…

      • Il Veronesi ha detto:

        Esatto! La WD lavora forse meglio sulle storie, o forse sono solo più vicine culturalmente a noi, ma i giapponesi credo siano ancora maestri assoluti…

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.