Botox: storica sentenza che conferma il rischio di botulismo

botoxEra ora! Negli Stati Uniti finalmente la ditta farmaceutica Allergan è stata condannata a risarcire con oltre 15 milioni di dollari una donna rimasta vittima di botulismo dopo un trattamento con il Botox.

La sentenza, prima nel suo genere, si basa sul fatto, provato, per cui la Allergan ha nascosto il rischio di botulismo connesso all’uso di Botox.

La donna risarcita con l’astronomica cifra sopra citata, dopo un trattamento antirughe a base di Botox, ha cominciato a sviluppare i sintomi dell’avvelenamento botulinico, arrivando a perdere persino il lavoro, prima che venisse posta la diagnosi corretta.

Il bello è che la Allergan continua a sostenere che il botox non presenta rischi di questo genere. Questo atteggiamento viene chiamato “negazione plausibile” negli ambienti politici.

A me pare che si tratti di “faccia di bronzo”.

Come cazzo si fa a sostenere che la tossina botulinica iniettata sottopelle non può dare origine a intossicazione da botulino?

Voglio dire… mi pare chiara la correlazione, tossina botulinica = tossina botulinica. O no?

E sull’articolo del Corriere spiegano come

“Da tempo anche nella comunità medica italiana girano voci di casi di gravi patologie seguite a iniezioni di tossina botulinica. Ma nessuno ha voglia di parlarne.”

E certo che non ne vogliono parlare: con un costo per trattamento che varia da 150 a 500 euro mi parrebbe strano il contrario.




Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

2 Comments

  1. antonietta porra ha detto:

    anch’io ho avuto una brutta esperienza…oltre a non aver specificato in fattura che si tratta di botox ma semplicemente,trattamenti estetici,subito mi si sono abbassate le palpebre,tra l’ altro ancora adesso dopo due mesi non si sono abcora alzate del tutto,dandomi un’ aspetto da depressa,inoltre le rughe frontali,che non sono mai scomparse del tutto,iniziano a riapparire sempre di piu’ e’ da qualche giorno ho un fastidioso prurito sulla fronte e non riesco a capire c osa sia…ora vorrei che questo c entro mi specificasse sulla fattura cosa mi e’ stato iniettato di preciso e la data del trattamento….ma ho ancora il diritto di chiederlo oppure e’ passato troppo tempo?

    • Franz ha detto:

      Purtroppo non ne ho idea. Il mio suggerimento è che tu ti rivolga ad un legale! Non aver paura di piantare un casino! Tutto sommato si tratta della tua salute! Grazie del passaggio e del commento!

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.