Una tranquilla domenica di rotture di cazzo - Franz's Blog

Una tranquilla domenica di rotture di cazzo

gattoMa… dico io… possibile? Una volta, dicansi una!

Una volta in due mesi che mi permetto di farmi un giro la domenica fuori porta. Ieri.

Perndiamo la moto io e la mia compagna e ci fiondiamo verso la Liguria. Sole caldo, uno dei primi della stagione. Andiamo a Moneglia, a pranzare in un ristorante che frequentiamo da anni, anche se non molto spesso.

Una libidine di spaghetti allo scoglio. Un’autentica figata! Vino bianco della casa, di tutto rispetto e, alla fine, una bella grappottina!

Perfetto! Adesso urge la pennica. In spiaggia, un sole caldo caldo ma non troppo. L’arietta che ti mantiene bello fresco, stai per sprofondare nel sonno quando alle spalle senti un:

“Belin! Ma tu non hai idea di cosa vuol dire, quest’Italia guidata…” e via con un discorso di politica, pronunciato da un tizio con la voce esattamente uguale a quella del Gabibbo.

Il che, in quella situazione, equivale a un dito nel culo appena svegli.

Ma si fosse fermato poi… no! Un’ora a non stare zitto. Che mica puoi andare lì e mandarlo affanculo… la spiaggia è di tutti. Pazienza.

Stai per spostarti quando, deo gratias, il rompicoglioni smette di sparare cazzate e decide di raccattare amici e masserizie varie e levarsi dalle palle.

Fantastico, vero?

NO!

Dieci minuti e senti una musica distorta, provenire da qualche diffusore anteguerra, tipo megafono. E’ musica da chiesa… prima in sordina, poi sempre più forte. Fino a che, oltre alla musica, simpatica come un gatto attaccato ai maroni,  ti cucchi anche il canto, sgraziato e stonato, di un qualche prete che intona la classica “Resta con noi signore la sera”.

Appunto… la sera! Porca puttana sono le cinque, che cazzo fate? Propaganda di partito?

NO! La processione!

Con tanto di altoparlanti che non cessano di diffondere quella cazzo di canzone, che se Gesù Cristo la sentisse, scenderebbe dalla croce e se la batterebbe di corsa (ma forse non prima di aver preso a calci nel culo qualcuno dei presenti).

Ma se uno vuol starsene in pace sulla riva del mare, perchè la processione non la fanno senza altoparlanti? Devono per forza fartela sentire anche se non te ne frega un cazzo?

Se un cittadino qualsiasi decidesse di passeggiare per la strada con gli stessi altoparlanti che diffondono, che so, un pezzo di Pat Metheny, dopo dieci minuti si troverebbe in galera.

Loro no! Santa Romana Chiesa ha l’autorizzazione a rompere i coglioni a tutti! Per legge!

Disturbo della quiete pubblica? E quando mai! Sei al mare in Italia, quindi non è disturbo: è santità!

Inutile dire che Moneglia l’abbiamo lasciata lì, con i suoi cafoni da spiaggia, con le sue processioni e ce ne siamo andati a goderci il tramonto a Levanto, almeno lì, in un piccolo bar sulla riva del mare, una mezz’oretta in pace siamo riusciti a farcela!

Eccheccazzo!

Commenta con il tuo nome Facebook

14 risposte a Una tranquilla domenica di rotture di cazzo

  • Ti lamenti tu. Pensa io che ho il conventino dei francescani a due passi. Ogni domenica sparano a palla dal megafono la messa e…vuoi o non vuoi te la devi cuccare. Poi c’è un tizio del piano di sotto che ascolta tutto il “santo” giorno Radio Maria…anche lui col volume sparato al massimo.
    Eh sì che la pensata di mettere fuori un gigantesco altoparlante con Pat Metheny, gli Uzeb (che ho conosciuto grazie a te) e un po’ di chitarra classica spagnola, l’ho fatta spesso anch’io e chissà che un giorno non lo faccio.
    Anzi, sai che ti dico, ho un cd intitolato Tantric sensuality, ti lascio immaginare…quasi quasi gli rifilo quello.
    E che cazzo: quando è guerra è guerra!

  • Giuseppe posso darti una dritta?
    Prova a mettere un film hard a tutto volume con le finestre aperte.
    Sembra una stronzata eppure molti dicono che funziona.
    😈

  • Franz sei la solita simpaticissima sagoma. Giuseppe, durante la messa prova a sparare dai diffusori ‘back in black’
    :idiot:

  • sei un grande….

  • ricordo una meravigliosa pasquetta passata in spiaggia con amici e amori..in un angolo dove non viene mai nessuno….con un clima meraviglioso che ti riconcilia con la vita….
    ..la pace..e la tranquillità…
    quando arrivò un jeeppone con autoradio a tutto volume che cominciò a fare gimkane-zig zag sulla sabbia a folle velocità!!!…fu allora che pregai il dio delle città e delle immensità di darmi una segno della sua magnificenza e….LUCE FU! ..la jeep al terzo giro si accappottò con doppio carpiato e rotolamentooolèèèèèèèè….
    appuratoci che l’idiota conducente ferito non fosse, e con lui la sua orda di tamarri microcefali ospiti nella vettura,….ci inginocchiammo e ringraziammo, poichè la nostra preghiera fu accolta. Lì iniziò la mia FEDE.. ( e col cazzo che aiutammo il mentecatto a ribaltare la vettura.. :smoking: )

    • …indi caro franz….la prossima volta PREGA..PREGA che gli si rompa quel cazzo di altoparlante, PREGA che arrivi un fulmine proprio sopra al nerd che ti parla di politica…

      e vedrai che la FEDE ti salverà

      :idiot:

      • Credo che ci proverò… stavolta mi sono troppo vorticati i coglioni perchè mi venisse in mente! :muah: :muah:

  • Come vi capisco, avete la mia massima approvazione!!

  • le processioni di quel tipo sono la croce dei musicisti,che come me,d’estate suonano anche nelle feste di piazza,di paese.
    Quando,arriva il momento che dovebbe essere dedicato a fare i suoni,provare i monitor,i microfoni,insomma,preparare il tutto per il concerto,proprio mentre è il tuo momento,dopo che i tecnici hanno finito di montare il tutto…arriva la processione…puntuale.
    Il tempo stringe…dopo un mite tentativo di fare il suono della cassa della batteria andando a tempo con la banda o con il canto distorto del prete stonato…ecco arrivare sul palco un organizzatore infuriato e a volte anche direttamente il prete.SILENzio!
    Non c’è modo di spiegargli che basterebbe organizzare i tempi in modo da non impedirci di fare ciò che è importantissimo e fa parte della preparazione al concerto.
    Ma proprio dalle 17 alle 19 devono farla?
    Nessun rispetto per i musicisti costretti a fare i suoni e aprovare durante lo spettacolo.Un giorno o l’altro pianto un assolo di batteria in piena processione!!! :kissmyass2: :idiot: :headout: :finger:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Guardiani

Guardiani

Guardiani

- Romanzo -

Sullo sfondo della millenaria guerra con i Kerberos, razza dedita alla conquista ed al dominio, i Guardiani, guerrieri antichissimi dotati di straordinari poteri e le loro bellissime compagne, le Donne di Razza, anch’esse dotate di poteri e percezioni sottili e in grado di tramutarsi in enormi pantere, sono alla ricerca del futuro Guardiano Imperiale, disincarnato a forza dai Kerberos e del tutto inconsapevole su un pianeta sconosciuto. La sopravvivenza di milioni di razze e pianeti dipende da una corsa contro il tempo per ritrovare Kirshan prima che lo facciano i nemici.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate