Ascoltare è una questione di esercizio. Ma anche di interesse - Franz's Blog

Ascoltare è una questione di esercizio. Ma anche di interesse

Potete ascoltare o scaricare il podcast direttamente qui sotto:

Tante volte si sente parlare di “ascolto”. Su cosa si intenda con questa parola credo si potrebbe discutere parecchio.

Ascoltare con le orecchie, per esempio. Ma “ascoltare” non è “udire”. Così come “vedere” non è “guardare”.

Per ascoltare occorre fare uno sforzo. Occorre voler fare un atto, quello appunto di ascoltare.

Si può sentire quello che la persona davanti a noi sta dicendo ma non ascoltarla (cosa che accade piuttosto spesso, direi). Questo significa che oltre all’atto di udire, ci deve essere poi un altro processo, un atto volontario di comprensione, qualcosa di più o meno razionale, che consenta di far entrare al nostro interno il significato di ciò che udiamo.

In altre parole esistono altre orecchie oltre a quelle fisiche.

Ma se questo è vero, allora significa che esistono anche altri suoni, oltre a quelli fisici. Altre vibrazioni, oltre a quelle sonore.

E’ qui che si gioca un altro tipo di ascolto. Quello che ti permette di sentire qualcosa di più. Che ti consente di imparare, su te stesso e su chi ti sta di fronte.

Non è difficile. Solo che all’inizio si fa un po’ fatica, perchè non siamo abituati.

Il primo passo normalmente è automatico. Accade ad esempio tutte le volte che non ci sentiamo in forma. Il solo fatto di avvertire la propria condizione come debole, porta l’attenzione all’interno del corpo, alla ricerca di cosa ci sia che non va.

E’ un ascolto rudimentale, certo, ma è un primo passo.

Se esercitiamo questo tipo di attenzione verso l’interno, scopriremo presto che possiamo sentire molto di più di quanto non siamo abituati a fare, fino a che, ad un certo punto, avvertiremo la necessità di silenzio anche all’interno, esattamente nello stesso modo in cui si zittisce qualcuno che parla quando si sente un rumore sconosciuto o sospetto.

E’ lo stesso meccanismo: abbassare il livello di rumore per ascoltare qualcosa di preciso.

Per l’udito normale significa far cessare i suoni estranei a quello che vogliamo ascoltare, per quell’altro, quello che ascolta all’interno, invece significa abbassare l’unica vera fonte di rumore: il pensiero meccanico.

Ma come non è semplice far cessare rumori che non siamo noi a produrre, così non è semplice far cessare quelli del pensiero.

Si può utilizzare l’attenzione, una sorta di concentrazione su ciò che vogliamo udire, fino a far sparire tutti gli altri suoni. Anche all’interno è possibile fare la stessa cosa. Non dare ascolto ai pensieri, al corpo, concentrando l’attenzione sul nostro obiettivo, fino a far cessare il rumore della mente.

Il rumore esterno c’è ancora, ma grazie alla concentrazione riusciamo a sentire cosa dice la persona il cui discorso ci interessa. Allo stesso modo il pensiero meccanico esiste sempre, ma  turba sempre di meno la nostra concentrazione, fino a che tutto il rumore viene escluso dalla consapevolezza.

Allora sembra che il pensiero cessi. E in effetti è così. Non lo percepiamo più. Quindi è come se non esistesse.

E’ una questione di esercizio, arrivare al silenzio. Di volontà e di interesse verso qualcos’altro. E come tutti gli esercizi, deve essere messo in pratica se vogliamo migliorare.

Ma come tutti gli esercizi, più viene praticato, più cresce nel tempo.

Donandoci momenti di comprensione assolutamente non immaginabili all’inizio del cammino.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Franz’s Blog

Se vuoi aiutarmi a tenere vivo questo blog, puoi fare una donazione. Non ci sono limiti, ne in basso ne in alto.

In ogni caso, Franz’s Blog resta a tua disposizione come per tutti.

Grazie infinite, qualunque sia la tua intenzione!





Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Cerca nel sito
Solo corrispondenza esatta
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Cerca nei post
Cerca nelle pagina
Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Su FB…
Guardiani

Guardiani

Guardiani

- Romanzo -

Sullo sfondo della millenaria guerra con i Kerberos, razza dedita alla conquista ed al dominio, i Guardiani, guerrieri antichissimi dotati di straordinari poteri e le loro bellissime compagne, le Donne di Razza, anch’esse dotate di poteri e percezioni sottili e in grado di tramutarsi in enormi pantere, sono alla ricerca del futuro Guardiano Imperiale, disincarnato a forza dai Kerberos e del tutto inconsapevole su un pianeta sconosciuto. La sopravvivenza di milioni di razze e pianeti dipende da una corsa contro il tempo per ritrovare Kirshan prima che lo facciano i nemici.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate