Tracce di Profumo. Il Nulla – By Valeria

foto_romantiche_112Una nostalgia che nasce da lontano mi ha trasportata su questo litorale e ora ascolto il suono delle onde del mare che ritma la mia vita.

Vedo le mie orme sul terreno e il lungo cammino già percorso. E mi fermo a pensare…

A volte dimentico di esistere, lo sguardo perso in un sogno…

Altre alzo gli occhi e cerco di penetrare l’esistenza.

In quegli istanti scorgo il mare in tutto il suo splendore, la sua lucentezza, la sua forza, la potenza. Osservo le sue acque calme e limpide o le ondate della tempesta.

Ma vedo ancora più lontano, fino all’orizzonte.

Oltre, il nulla.

Quel nulla che inquieta, che impone domande, che non concede risposte.

Nulla silenzioso e paziente, che mantiene sempre la stessa distanza; anche io decidessi di spingermi in mare aperto, di corrergli incontro. Sempre la stessa distanza…

Forse può essere esplorato solo allargando i miei orizzonti, forse desidera che la mia anima si lasci toccare.

Allora la mente si svuota in atteggiamento di profondo ascolto, il corpo è saldo eppure morbido, la mia presenza stabile si immerge in uno stato di totale abbandono…

Lo sguardo si confonde con il mare:

Fai dunque di me ciò che credi. E sia quel che deve essere…”.

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.