Dei Delfini e delle Vele

Francesco Franz Amato Dei Delfini e delle VeleDa ‘ste parti, ad ora, mi trovo nel pieno dell’ennesima notte di questa mia strana e colorosa vita, senza un atomo di sonno ma con un intenso ‘desiderio di vivere’…

Dunque vi racconto qualcosa anche se in questo preciso momento non so cosa…ma certo, perché no:

Era il 1993 o ’94, eravamo usciti dal porto di Formia a bordo di una vela di 13/14 mt e l’orizzonte marino era a nostra completa disposizione…

Avevamo da poco issato le vele e la barca, che aveva me al timone, e viaggiava spedita verso le isole pontine senza rumori e fumi di motori a scoppio.

Si era in un bellissimo tramonto settembrino: la brezza era dolcissima e assai profumata…quel profumo di mare che sentito anche una sola volta ti accompagnerà per l’eternità…

Ad un certo punto, quando più o meno eravamo nel mezzo del golfo di Gaeta, successe qualcosa di incredibilmente meraviglioso: tutto iniziò con un fruscio che ognuno di noi percepì in modo netto ed inequivocabile e che col passare dei secondi diventava sempre più forte e intenso…e dunque da lì a qualche secondo comparvero dagli abissi marini, tutt’attorno alla barca, un numeroso gruppo di magnifici delfini!!

L’adrenalina schizzò a mille nel sangue e un’emozione possente si appropriò di noi umani sul natante: viaggiarono con noi per un buon quarto d’ora tenendoci sempre al centro di questa loro splendida famiglia: io non riuscivo quasi a controllare le mie emozioni: è infatti ancora vivo in me il desiderio che avevo di tuffarmi e abbracciarne uno per potere…per poter essere io stesso delfino, per poter essere libero come loro.

Grazie ancora splendidi amici!!…

2 risposte a Dei Delfini e delle Vele

  • Luna scrive:

    Si percepisce da ciò che scrivi la tua immensa emozione per questa esperienza che hai vissuto… :-D
    Detto con il cuore, sono molto contenta per te.

    :bye:

  • Pirata scrive:

    Ti Ringrazio Luna.
    Credo che una mezz’ora fa ho avuto un insight” …vedevo ciò che il ricordo di questa meravigliosa ‘esperienza mi ha permesso di capire la ‘vita stessa e mi son chiesto: se io avessi sganciato le vele in modo di rallentare l’andatura della barca, loro, magnifiche ‘bestie’, cosa avrebbero fatto?? Ebbene il capobranko che era primo vertice alto è a tuttora ill delfino più bello e fisicamente più possente che ho mai visto: un esempio di bellezza nella potenza…e un piccolo popolo da portare…
    Ebbene se avessi rallentato loro avrebbero tirato dritto seguendo la loro guida che anche la mia barca seguiva in quei splendidi momenti incorniciati nel mio essere…

    Grazie del passaggio!

Commenta con il tuo nome Facebook

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!

Testi pubblicati

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.


Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate
Articoli random

Buona serata: con Brian Eno in Just Another Day

Cattura

Mitico… sempre mitico! Buona serata da Franz’s Blog!