Tracce di Profumo. Naufraghi – By Valeria

raft_of_the_medusaSiamo come naufraghi trasportati dalla corrente e abbandonati sulla battigia ancora lambita dalle acque impetuose.

Naufraghi…  senza sapere perché,  ignari di tutto, eppure il cammino ha già avuto inizio.

Passo dopo passo, senza bussola e senza indicazioni, compiamo il grande viaggio.

Senza una meta ci addentriamo nelle terre paludose e dense delle nostre emozioni, alla ricerca di un istante di gioia, di gocce di piacere, di un sorriso regalato.

Ci addentriamo nel sottobosco intricato e fitto dei nostri recinti mentali, alla ricerca di comprendere qualcosa, alla ricerca di un pensiero illuminato.

E invece, dopo pochi passi, ci siamo già perduti.

Naufraghi senza dimora alla ricerca di un riparo per la notte, di un rifugio sicuro, accogliente e caldo come quello contenuto nel nostro atavico ricordo.

Naufraghi che cercano la luce ed incontrano il buio di altri naufraghi arrivati prima di loro; e seguendone le tracce, finiamo col credere che quella sia la sola, unica strada percorribile.

Naufraghi sofferenti, prigionieri nella stretta gabbia soffocante delle proprie convinzioni. E quando passa noi accanto una possibilità, i nostri occhi non la sanno cogliere, non sanno discernere.

Non colgono lo splendore, il profumo sublime, la bellezza, il bagliore lucente…

E tuttavia, a volte, qualcuno ha il coraggio, o l’ingenuità o forse la follia di cercare un principio luminoso, e allora cerca con tutte le sue forze di vincere la gravità, di raddrizzare la schiena, di elevarsi, di assaggiare la gioia.

Quella gioia intima, luce che si diffonde in se stessi…

Quando qualcuno tenta di privarcene sta solo cercando la nostra sottomissione…

Eppure sulla riva siamo approdati tutti insieme, come gocce dello stesso mare, come frammenti della stessa Anima. Se potessimo ricordarlo forse riusciremmo a vederci, ascoltarci, a toccare i nostri cuori.

Allora sarebbe più facile infrangere quella prigionia che ci fa sentire così soli, separati, e ci fa credere le nostre vite senza scopo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

3 Comments

  1. vito ha detto:

    una sola parola…. magari!!

  2. Guillermo ha detto:

    Non sò se mi sono mai permesso di fare qualche commento ai tuoi post, dirò soltanto che sono delicati come i petali di un fiore… Ciao, Guillermo. :bye:

  3. Valeria ha detto:

    Io non so che dire… Un semplice grazie può bastare? Ma contiene molto di più… Grazie comunque :bye:

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.