Ma voi un’esplosione nucleare l’avete mai vista?

Oggi quasi nessuno ricorda la paura nucleare. Gli anni della guerra fredda, quando il rischio di conflitto atomico era altissimo sono per la maggior parte delle persone un ricordo sbiadito.

Questo è un problema, perchè ci sono paesi il cui rispetto per la vita umana occidentale (e non solo) è pari a zero e che si stanno dando un gran daffare per costruirsi la loro bomba nucleare fatta in casa.

L’Iran, tanto per fare un esempio,  sta trattando con gli Stati Uniti per poter costruire i propri impianti di fertilizzazione nucleare. E voi sapete cosa vuol dire nucleare, vero?

In caso contrario, qui sotto avete una “compilation” particolare; sono riprese autentiche di autentiche esplosioni di bombe atomiche e all’idrogeno. Parliamo degli anni dal 1952 alla fine degli anni 70.

I colori, le conformazioni mostruose, le superfici di plasma che si vedono… sono tutte vere. E, credo, tanto terribili quanto sembrano.

Guardateveli tutti… e poi ditemi che siete ancora tranquilli, pensando ad un terrorista con uno di questi gingilli tra le mani…

Se il plugin desse i numeri, questi sono gli altri quattro filmati che volevo proporre:

La prima bomba termonucleare inglese

“Tsar” 50 megaton russi

La prima bomba termonucleare cinese

Una bomba termonucleare americana





Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

1 Comment

  1. Guillermo ha detto:

    Io non vorrei sembrare fatalista o fare il drammatico, però sono realista, e le cose in questo senso non mi piacciono affatto. Personalmente sono molto preoccupato, e sinceramente non credo ormai che la diplomazia possa fare un granchè; secondo me i giochi a questo punto son fatti. Prendendo spunto dall’esempio di Franz riguardo l’Iran basta soltanto, e no solo quello che dice, guardare il viso ‘buio’ di uomini come questo per capire che non ci attende nulla di buono…
    L’unica cosa che potrebbe cambiare questo stato di cose è praticamente un miracolo e cioè un cambiamento dall’interno nella coscienza di questi uomini, di tutti gli uomini; la nascita di una nuova consapevolezza che porti ad uno stato d’unità… Sinceramente non vedo altra soluzione al problema delle guerre e dei conflitti in tutti i sensi (interni ed esterni)…
    Comunque questa consapevolezza, se volete come lato positivo della cosa, mi spinge a vivere ancora con più coscienza e presenza…
    Un saluto, Guillermo.

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.