La battaglia delle arance. All’ultimo succo!






















Un carnevale strano quello di Ivrea. Me lo segnala Alex, che ne parla anche sul suo Blog.

In effetti è una manifestazione internazionale, dall’interesse culturale riconosciuto a livello ufficiale.

La cosa che mi ha incuriosito però è la battaglia delle arance, un appuntamento tradizionale all’interno della manifestazione.

A quanto pare ad Ivrea la storia medievale non fu delle più felici.

Una volta l’anno il signore del luogo ofriva l’uso gratuito del forno e regalava ad ogni famiglia una pentola di fagioli. Capirai che lusso… e infatti ad un certo punto ai contadini girarono i cocomeri e si ribellarono, lanciando i fagioli per strada.

Dai fagioli alle arance, si sa, il passo è breve ed ecco spiegata la battaglia delle arance del carnevale di Ivrea.

Una vera e propria strage degli innocenti (le arance) combattuta all’ultimo succo.

Se qualcuno avesse la libidine di intraprendere la carriera paramilitare di aranciere… sul sito ufficiale della manifestazione troverà tutte le indicazioni del caso.


Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

20 Comments

  1. luisa ha detto:

    perchè non parlare diun’altra battaglia delle arance? dove era la Protezione animali mentra essere umani venivano trattati ben peggio di cani randagi? cosa abbiamo da invidiare all’America schiavista? E per fortuna che non siamo razzisti!

  2. luisa ha detto:

    risposta: associazione di idee: battaglia di arance – guerra di arance – rosarno . . .ciao, ciao

  3. Gianluca ha detto:

    Aranciare sempre presente forza mercenari. Da fori puo sembrare una manifestazione stupida ma vissuta da dentro è un emozione senza eguali. X la cronaca olte alla battaglia delle Arance di Ivrea ce ne sono altre minori nei paesi linitrofi Albiano e Palazzo e infine non per ultima la battaglia dei tomini a Chiaverano.

  4. Christian ha detto:

    Ciao franz!
    come fare a non ringraziarti (l’altro promotore della pagina facebook creata!). Si effettivamente questa manifestazione è molto sentita per noi eporediesi (e molto legata alla storia come ben hai spiegato).
    Concordo pienamente con ciò che dice Gianluca: viverla è un qualcosa di indescrivibile!

    • franz ha detto:

      Figurati, grazie a te! E poi… dev’essere divertente! Mi sa che se riesco ci faccio un salto e anche volentieri. Nel caso ti faccio un fischio!

  5. Elena ha detto:

    Ciao,
    anche io sono un’eporediese, e AMO il carnevale d’Ivrea.
    Sono nata e cresciuta in questa tradizione e la difendo a spada tratta.
    Si sente ogni giorno del morire delle tradizioni, beh forse Luisa, e scusa se mi permetto, dovresti viverla prima di giudicare. Non facciamo la guerra ma continuiamo a mantenere viva una tradizione. Prendo spunto dal tuo commento solo per puntualizzare che anche se all’apparenza può sembrare violento e non lo è affatto. Non voglio polemizzare, ma sarebbe bene viverlo prima paragonarci ad altre violenze che il nostro paese sta vivendo… Un invito quindi a parteciapre e a vivere questa emozione lunga 200 anni.

  6. Fede ha detto:

    Ma non è pericoloso?

    • franz ha detto:

      Secondo me no… a meno che non usino arance ancora acerbe!!!

      • Fede ha detto:

        Acerba o no, io non posso permettermi di acchiapparmi un’arancia in faccia poiché nel mio passato ci sono tre interventi al naso…e proprio non potrei rischiare anche se ammetto che questa manifestazione dev’essere proprio divertente…
        Ciao Franz!
        :idiot:

        • Claz ha detto:

          ehehe…

          c’è chi il naso se lo è rotto 7 volte… occhi neri quasi ogni anno da più di 15 anni.
          Il reparto di “nasologia” all’ospedale di ivrea è veramente all’avanguardia.. chissà perchè!

          Fidatevi… non esiste nulla di così bello. colori, musiche, personaggi, atmosfere… il vin brulè… i fagioli grassi…

          ma siete ancora lì!?
          ANDATE A IVREA!

  7. arance di ribera ha detto:

    mammamia terribile 🙂

  8. Neo-Machiavelli ha detto:

    Con tanti morti di fame certi divertimenti “culturali” con tonnellate d’alimenti nella spazzatura non sono una vergogna e un crimine contro l’Umanità?
    Cito nel mio blog: http://neo-machiavelli.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2178484

    • franz ha detto:

      Non ti pare che parlare di “crimine contro l’umanità” sia quantomeno fuori luogo? Dove sta il “crimine” qui?
      Nel lancio e “spreco” di arance? Perchè non ti scagli con la stessa forza contro il mercato globale, che di frutta ne fa buttare via a migliaia di tonnellate in nome della conformità? O delle decine di miliardi di euro buttati letteralmente nel cesso per un vaccino dalla dubbia innocuità ma dalla provata inutilità?
      O delle migliaia di animali inumanamente e intuilmente trucidati in nome della ricerca cosmetica?
      Perchè vieni qui, sul mio blog, a sparare cazzate? Non hai letto le istruzioni per l’uso, eh?

    • Alex ha detto:

      In tanti commentano con il tuo pensiero (non con le tue parole che mi sembrano però fuori luogo). Forse non sei preparato su questo tema, ma se leggi qualcosa in più scoprirai che le arance che vengono lanciate non solo sono pressoché prive di valore commerciale, in quanto sono quelle che vengono scartate dal prodotto da vendere sul mercato, ma comunque vengono pagate dalle squadre di aranceri. Non solo. Quel che rimane a terra delle arance, a fine battaglia, viene inoltre raccolto per poi essere “riciclato”.
      Se mi dici la tua città ti dico io dove stanno gli sprechi che basterebbero per dar da mangiare a mezza Haiti 😉

      Ciao, a presto!!

  9. […] La battaglia delle arance. All’ultimo succo! Un carnevale strano quello di Ivrea. Me lo segnala Alex, che ne parla anche sul suo Blog. In effetti è una manifestazione internazionale, dall’interesse culturale riconosciuto a livello ufficiale. La cosa che mi ha incuriosito però è la battaglia delle arance, un appuntamento tradizionale all’interno della manifestazione. blog: Franz's Blog | leggi l'articolo […]

  10. monica ha detto:

    cosa puo voler dire trovare ripetutamente una o piu arancie intere fuori dalla porta di casa mia???mi capita da piu di 3 settimane..devo spaventarmi?

    • franz ha detto:

      Ma… secondo me devi solo farti una spremuta!
      Scherzi a parte, non mi pare che le arance fuori dalla porta possano avere un qualsiasi significato…

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.