Riscaldamento Globale o balle globali? By Giano

Comparazione temperature su nettuno, terra e attività solareNettuno è un pianeta con una massa paria a 17 volte la terra. Orbita un po’ per i fatti suoi a 30 volte la distanza a cui orbita la terra ed ha un’atmosfera composta principalmente da Idrogeno ed Elio, con tracce di Metano che gli danno la caratteristica colorazione bluastra.

Viene osservato alla luce visibile fin dal 1950.

Questo pianeta non ha avuto nessun tipo di industrializzazione (non negli ultimi secoli quantomeno), non ha veicoli circolanti che producano inquinanti, non ha una popolazione che produce CFC, insomma… su Nettuno non c’è proprio nessuno.

Eppure dal 1980 il pianeta va riscaldandosi costantemente, allo stesso ritmo e con le stesse variazioni relative della Terra e con lo stesso andamento dell’attività solare.

Hammer e Lockwood sono due dei più eminenti scienziati che da anni studiano il fenomeno climatico globale e nel 2007 se ne sono venuti fuori con i dati che trovate qui a sinistra. Per approfondimenti: World Climate Report

E questo è molto interessante. Intanto perché, come immaginavo, non è facendomi pagare 2 euro per andare in centro che salvi l’ecosistema Terra visto che le cause sembrano non avere un cazzo a che fare con il comportamento umano.

Ma facciamo finta che serva di più all’uomo credere di avere delle responsabilità maggiori delle reali. Il punto pare essere un altro; il nostro sistema solare starebbe attraversando una nube (N. Natale di Nature, articolo di scienziati del team del Voyager, che ha scoperto la nube).

Ampia circa 30 anni luce e composta da una miscela sottile di atomi di idrogeno e di elio a circa seimila gradi C, è tenuta insieme da un magnetismo difficilmente osservabile altrove: circa 10 volte quello presente sulla Terra.

Quali effetti può avere sul nostro sistema solare questa nube? Beh, intanto abbiamo Nettuno, il pianeta più prossimo alla nube, trasformato in lampione.

Il secondo pianeta piú esterno del sistema solare é Saturno, su cui si é scoperta una tempesta gigantesca (4 volte la terra) a forma di Esagono!!!

Poi abbiamo Giove, dove da 3 anni a questa parte si é formata una nuova tempesta, chiamata macchia Junior.

E sulla Terra? Tutto questo magnetimo cosa potrebbe fare? Intanto ripesco una vecchia dichiarazione della Nasa dell’anno scorso in cui annunciava di aver scoperto un grosso buco nello scudo magnetico della Terra. Inoltre sappiamo che esiste una correlazione tra il campo magnetico ed il ritmo circadiano.

Non sappiamo come questo possa influire, ma alcune ricerche (Braud, William G. and Dennis Stephen P.; “Geophysical Variables and Behavior; LVIII. Autonomic Activity, Hemolysis, and Biological Psychokinesis: Possible Relationships with Geomagnetic Field Activity,” Perceptual and Motor Skill, 68:1243, 1989.) suggeriscono che l’esposizione a fonti magnetiche “forti” sia alla base di numerosi fenomeni paranormali, attraverso lo stimolo della ghiandola pineale e la successiva alterazione della secrezione di melatonina (che oltre tutto regola il sonno-veglia).

E dulcis in fundo la notiza di questi giorni dell’asteroide che ci dovrebbe colpire la domenica di pasqua del 2036!!!!!

Dimmi te come si fa ad iniziare così un anno? Passa la voglia, no?

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

12 Comments

  1. Sciuscia ha detto:

    Ipotesi affascinante.

  2. sasuke ha detto:

    senza contare lo scioglimento dei poli di marte dovuto a un effetto serra prodotto dal sole avvenuto negli ultimi 15 anni

    http://www.nonsoloaerei.net/2008/04/leffetto-serra-c-anche-su-marte.html

  3. vito ha detto:

    il nostro sistema solare sta attraversando una nube?
    mi sa che non possiamo farci proprio niente…
    un asteroide ci colpirà nel 2036, la domenica di Pasqua? e come farò il lunedi di pasquetta con la gita fuori porta? pensate che la mia futura moglie ci crederà? speriamo di si!!

  4. Guillermo ha detto:

    Sinceramente non so se fare dell’ironia o incominciare a preocuparmi… Comunque sia se è vero quello che dici credo che non ci sia molto da fare… Qui sulla Terra intanto si pensa soltanto a delle idiozie, come fare uno scudo spaziale, mahh!! Chi vivrà vedrà, giusto?? :killyou: :drunk:

  5. Valeria ha detto:

    A me piacerebbe tanto capire a chi è convenuto tutto questo allarmismo sull’effetto serra.
    Che adesso è anche “condito al peperoncino” con la faccenda del climategate che sembrerebbe smontare tutto il palco del riscaldamento globale!
    Tutta questa vicenda mi sembra piuttosto una “follia globale” che avrà evidentemente i suoi scopi, utili e tornaconti… E intanto la Terra gira e non mi sembra farsi troppo influenzare dall’umana presunzione… Mah!

  6. max ha detto:

    Che andassero tutti a cagare, scienziati e allarmisti.Prima il baco del 2000 poi i maya per il 2012 poi l’asteroide del 2036.Non sapremo mai quello che sarà o non sarà vero.Vivi e lascia vivere e quando sarà l’ora c’è ne andremo tutti insieme :drunk: :finger:

  7. dilmun ha detto:

    99 a 100 la storia del riscaldamento globale dovuto a cause umane è tutta una cazzata. Vale lo stesso ragionamento che ho fatto 10 minuti fa per il tabacco: più una cosa è pubblicizzata (dall’alto), più è falsa. Quando poi ci si mette uno come Al Gore siamo a posto. Ovviamente ci sarà un valido motivo per portare avanti tutta questa messinscena, che per noi umili sudditi ignoranti sarà molto sfuggente…
    Chemitrails anyone? :mrgreen:

  8. msm68c ha detto:

    avete mai provato ad andare in una grande città e sentire che aria si respira?

    riscaldamento globale o no questo pianeta lo trattiamo come una pattumiera,
    quindi ben venga Al Gore e chicchessia che operi attivamente nel senso di una diminuzione dell’inquinamento.

    • Valeria ha detto:

      @ msm68: io penso che confutare le teorie del riscaldamento globale per cause antropiche non significhi legittimare l’essere umano ad inquinare indiscriminatamente.
      Il fatto è che mentre si discute animatamente di ridurre le emissioni di biossido di carbonio (vedi CO2, quella cosa così “terribilmente tossica” che ce la ingeriamo con l’acqua minerale col solo inconveniente di qualche ruttino) questo pianeta viene sistematicamente impestato, per esempio, di scorie radioattive che non si capisce bene che fine fanno, di rifiuti tossici nocivi di varia natura, di polveri di uranio impoverito, di agenti cancerogeni come per esempio il benzene immesso nell’aria dal tubo di scappamento delle nostre automobili (…e chi più ne ha più ne metta).
      Allora il punto è che portando la discussione su un finto problema nel frattempo quelli veri rimangono irrisolti con tutte le conseguenze che ciò comporta!

  9. dilmun ha detto:

    @Valeria: risposta perfetta, la condivido pienamente.
    Io avrei risposto semplicemente: non finirò mai di stupirmi di come la maggioranza delle persone pensi solo agli effetti (in questo caso per di più soltanto immaginati), senza curarsi minimamente delle cause (in questo caso molto concrete, anche se occulte).
    Ma il tuo intervento è senz’altro molto più costruttivo… 😉

  10. Il Veronesi ha detto:

    Beh, a me ha colpito molto questo video di discovery channel (http://www.youtube.com/watch?v=fX5ky-bw4bo), che riassumo: pare che circa 5.200 anni fa, in un luogo in cui vivevano piante tropicali, si abbia avuto una glaciazione tale da intrappolare in ghiacciai che sino ad oggi non si sono mai sciolti, le foglie ancora integre di queste piante. Ergo una rapidità di gelata notevole. Per capirci: piante tropicali = circa 20° medi. Sotto i 6/7 grad iniziano a perdere foglie molto rapidamente. Per ghiacciarsi e mantenere le foglie attaccate, dev’essersi abbassata la temperatura di circa 30° in poche ore, massimo un paio di giorni. E di certo in quel periodo l’uomo non poteva avere grosse responsabilità. Quindi, dato per scontato che se la smettessimo di pulirci il cul col pianeta in cui viviamo faremmo una gran bella cosa, temo che le nostre azioni non abbiano poi la portata che pensiamo.

  11. Giulia Fico ha detto:

    Ciao ho letto l’articolo.. sono d’accordo con te dicendo che il pianeta nettuno si sta surriscaldanddo a dismisura e che l’atmosfera nettuniana contiene metano ed è anche vero che nel pianeta indicato non vi abita nessuno..:)

    l’articolo che hai scritto è veramente interessante, in quanto fa pensare a tutto quello che ci dicono sul surriscaldamento globale.

    Il problema è che scienziati, astrologi, geologi, biologi ed adirittura ingegneri ambientali hanno sistematicamento provato che il riscaldamento del NOSTRO PIANETA è dovuto a noi e alla produzione di Ozono (non l’ozono dell’atmosfera ma quello presente nello smog), all’Effetto Serra (dovuto alla Co2) e alle Piogge Acide (dovuta alla presenza di Zolfo!

    Tutto questo per dire che è stato ormai dimostrato che la colpa è nostra. Se ne volessi sapere di più, sia te franz che i tuoi lettori entra in http://io-noi-voi-tutti.blogspot.com/ potresti trovare info interessanti!!

    ciao a presto..e complimenti ancora per l’articolo.
    Giulia Fico

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.