La strana epidemia in Ucraina non sembra così strana. Per ora.

cartina_ucraina_volga

Stimolato da un commento giunto su questo blog sono andato a cercare dati sulla misteriosa epidemia in atto in Ucraina. Seppur con un po’ di fatica, ho trovato i rapporti dell’RSOE, l’osservatorio ungherese per il monitoraggio degli eventi a diffusione mondiale, come terremoti, grossi incidenti aerei e altro.

L’ultimo aggiornamento è datato 5 Novembre, quindi oggi. Parla di 633.877 casi di infezione e 95 morti. Fatti due conti vediamo che il tasso di mortalità è dello 0,15 per mille. Assolutamente in linea con tutto il resto del mondo. Nulla di speciale quindi.

A parte la montagna di ipotesi più o meno perverse (tipo peste polmonare o altro), ho trovato questo articolo su polskieradio.pl. Ho dovuto usare Google come traduttore dal polacco ma, a parte che non era un gran che di traduzione, ce n’è abbastanza per capire che secondo questa testata, in Ucraina il panico sarebbe dovuto ad un’indiscriminata campagna mediatica.

La cosa a me sembra sinceramente suffragata dalle cifre, almeno per il momento. Certo, considerato che ieri i malati di suina erano circa 450.000 e oggi sono già un terzo in più, c’è da capire la gente che si spaventi. Ma che questa influenza fosse particolarmente contagiosa non si era mai dubitato. La mortalità, tuttavia, rimane estremamente bassa. 0,15 per mille appunto, contro l’ 1 – 2 per mille della normale influenza stagionale.

Purtroppo in questo momento in rete si trovano molti siti che parlano di peste polmonare o malattie diverse ma ugualmente gravi come causa dell’allarme proveniente dall’Ucraina ma, onestamente, devo dire che non trovo particolarmente attendibili le argomentazioni poste.

Allo stesso tempo tuttavia, alcuni fatti non quadrano.

  • Il 21 Agosto a Los Angeles, un uomo, Joseph Moshe, è stato arrestato nel corso di una strana operazione dell’FBI. L’uomo, doppia cittadinanza americana e israeliana, professore in  microbiologia noto per il suo lavoro sul rimaneggiamento genetico virale, dichiarò di essere in possesso di prove del fatto che in un laboratorio ucraino una casa farmaceutica stesse producendo un’arma biologica travestita da vaccino. Sempre secondo le dichiarazioni del Dott. Moshe, questo agente infettante avrebbe contenuto parti di RNA del virus della famigerata influenza spagnola del 1918. Trovate testimonianza di questo fatto qui. Ora, a distanza di quasi tre mesi dal suo arresto, proprio in Ucraina scoppia un panico che non sembra poter essere giustificato nemmeno da un’eventuale campagna mediatica incosciente ed allarmista.

  • Secondo i report dell’RSOE, più della metà dei campioni analizzati sono risultati negativi al test per la suina. Sappiamo che questo test è fallace e da’ sia falsi positivi che falsi negativi in misura tanto notevole che in Australia il governo ha deciso di buttarlo nel cesso. Tuttavia considerando una distribuzione statistica anche su campioni così poco significativi, il dato non ha molto senso.
  • Il presidente Tymoschenko avrebbe ordinato la chiusura di scuole, stadi e vietato gli assembramenti in luoghi pubblici.

Sarà, ma tutta la faccenda appare quanto meno strana e quindi, per questa volta, mi sento di dire: staremo a vedere!

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

2 Comments

  1. Paolo ha detto:

    Infatti secondo me è poco probabile che sia qualcosa di diverso dall’influenza. Inoltre due gg fa l’OMS ha mandato esperti a valutare la situazione e le prime conclusioni ufficiali sono:

    “Sia il lavoro dal quartier generale della missione che presso i risultati WHO Country Office, Ucraina, esperti di virologia hanno ricevuto ulteriori dall’esame dei campioni presentati in precedenza dai laboratori nazionali, a Kiev, l’OMS ha laboratorio di riferimento a Londra, Regno Unito, e condividerli con il Ministero della Sanità ucraino. The experts have determined that these results continue to confirm cases of pandemic (H1N1) 2009 virus infection. Gli esperti hanno stabilito che questi risultati continuano a confermare i casi di pandemia (H1N1) 2009 l’infezione da virus.”

    Dura possa trattarsi di altro, mah..

    Per quanto riguarda il dottor Moshe sarei più cauto, è un tipo molto strano e non è la prima , ma nemmeno la seconda volta che quando c’è qualcosa nell’aria arriva lui con i presunti atti terroristici di tizio o caio. Secondo me è malato, ma non solo secondo me a dire il vero.

  2. Faber ha detto:

    http://tuttouno.blogspot.com/2009/11/haarp-nubi-circolarie-ora-forma-di-cono.html

    guarda qua Franz , e la terza in poco tempo , fenomeno meteorologico molto raro ?
    ciao

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.