Siamo al delirio: sconto di pena a un omicida perchè “geneticamente vulnerabile”

dna_fingerprint_5Non ci credevo neppure dopo aver letto tre volte l’articolo su Il Giornale. Solo in Italia poteva succedere.

Un algerino condannato in via definitiva a nove anni e rotti per omicidio volontario, si è visto scontare la pena di un anno perchè:

In possesso di alcuni geni che lo renderebbero più incline a manifestare aggressività se provocato o espulso socialmente

State ridendo? Aspettate che adesso arriva il resto:

Tale “vulnerabilità genetica” si sarebbe incrociata, nel momento immediatamente precedente all’omicidio, con “lo straniamento dovuto all’essersi trovato nella necessità di coniugare il rispetto della propria fede islamica integralista con il modello comportamentale occidentale”, così da determinare nell’uomo “un importante deficit nella sua capacità di intendere e di volere”

Vale a dire che siccome

è un integralista islamico e nei suoi geni è insita una tara per cui può dare giù di testa se lo provochi o se vede una donna senza velo

allora gli scontiamo la pena di un anno.

Cristo! Ma questo è uno che se vede qualcuno che fa qualcosa di diverso da quanto prevede la sua religione da’ fuori di matto! E uccide!

E invece di rispedirlo a casa sua (dove peraltro avrebbe meno occasioni di dare fuori di matto), non solo gli accorciamo la pena ma addirittura andiamo anche a compatirlo.

E poi venitemi a dire che gli extracomunitari non sono trattati meglio degli italiani!

Quanto cazzo ci è costato lo screening genetico con cui hanno tirato fuori questa mirabolante tesi?

Ma soprattutto: a quale italiano condannato per omicidio volontario avrebbero riservato lo stesso trattamento?


Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

8 Comments

  1. Daniele ha detto:

    E’ solo perchè non hai l’icona che strizza l’occhiolino a mò di sclero…… assurdo………
    Quindi immagino che ora tutti quelli che commettono omicidi verranno sottoposti a questo magico screening rivelatore?? :whatever:

  2. Giuseppe ha detto:

    Siamo alla frutta!

  3. Fede ha detto:

    siamo alla frutta marcia!

  4. Valeria ha detto:

    Vulnerabilità genetica? E questo comporterebbe una riduzione della pena? Sarebbe a dire che se una persona ha una “predisposizione all’aggressività” allora bisogna lasciarla circolare impunita perché poverina non è colpa sua? … In effetti c’è qualcosa che mi sfugge nel ragionamento…

  5. Alessandro ha detto:

    Si, in effetti e’ venuto anche a me da ridere… Sara’ un “riso difensivo”? Il mio cervello si rifiuta di ammettere una realta’ che purtroppo la mia esperienza mi insegna esistere, e poter succedere solo nel nostro paese (haime’) o in qualche altra repubblica di banane…
    Sono daccordo con Valeria: sembra che nessuno si ricordi a cosa serve la pena, l’importanza della salvaguardia della societa’ (almeno per auto-conservazione…) e la funzione di recupero (!) che dovrebbe esser garantita da alcune istituzioni (tra cui il carcere, ed alcuni istituti sanitari) ?

  6. Sting ha detto:

    Ma hanno fatto lo screening genetico alla giuria per verifiare che non fossero geneticamente andati a male?
    Dovrebbero avere una data di scadenza, cazzo… 😯

  7. the_highlande ha detto:

    pazzesco, che altro die? Ma che paraculo aveva questo dietro? Uno spaccia e viene pestato a morte, un altro uccide e gli scontano la pena… andamo bene.

  8. Il Veronesi ha detto:

    Ah. Me l’ero perso. Cazzo. Temo di non aver altre parole.

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.