Quando l’illusione gioca brutti scherzi: uomo arrestato per pedofilia in Brasile. Ma stava baciando sua figlia.

brasile: bei culi ma anche begli idioti!Avviene in Brasile: l’uomo sta baciando teneramente una ragazzina. Con la mano la sfiora, l’accarezza. Di fianco a lui sua moglie; la ragazzina è sua figlia.

Purtroppo per l’uomo, accanto a lui c’era una coppia di coglioni zelanti che hanno chiamato la polizia. Ancora più “purtroppo” per lui, i poliziotti intervenuti erano ancora più coglioni di quelli che li hanno chiamati.

Risultato: un italiano in galera in Brasile grazie all’imbecillità congenita di quattro cretini che piuttosto che collegare il cervello hanno delegato la funzione cognitiva all’apparato genitale.

La cosa ancora più assurda è che stanno pure facendo fatica a farlo uscire di prigione, nonostante le dichiarazioni ovviamente favorevoli di moglie, figlia e consolato italiano.

Rendiamoci conto di cosa può fare il moralismo quando c’è di mezzo l’illusione.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

6 Comments

  1. paolo ha detto:

    Non so se ti ricordi una vicenda di circa 7-8 anni fa, sempre che tu l’abbia mai seguita. In inghilterra decisero di dare una sferzata alla otta contro i pedofili pubblicando una lista con le fotografie degli stessi. Poco dopo una persona, cge poi si rivelò essere un tizio assolutamente perbene e per nulla incline alla pedofilia, fu quasi linciato dai suoi vicini e da gente che nel momento critico si accodò al tentativo. Risultato: intervento in extremis della polizia che lo portò via e l’unica cosa che accertò fu che era un uomo normalissimo con l’unica colpa di assomigliare vagamente ad una delle fotografie del volantino.
    Più o meno fu così se non ricordo male, credo nel 2002 o giù di lì, e la cosa mi fece paura al momento: se ciò diventasse prassi (la pubblicazione) e io assomigliassi vagamente a uno di questi bastardi cosa dovrei fare? Chiudermi in casa o farmi un lifting??
    Ciao a presto

    • Franz ha detto:

      In effetti non conoscevo questa vicenda. Pensa che negli USA è prassi. C’è un sito dove praticamente tutti gli americani vanno a vedere se nei pressi della casa che vogliono comprare vive qualcuno condannato per reati di pedofilia. Eh si, perchè su quel sito (che non saprei più ritrovare, pork…) c’erano foto, nominativo e indirizzo dei personaggi in questione!

  2. paolo ha detto:

    Sarà mica un modo per far vendere più giornali da una parte e fare una buona pubblicità alla sicurezza nazionale dall’altra (del tipo li conosciamo tutti e vi avvisiamo per tempo così vivrete più sicuri e traquilli)?? Mah, se mai mi trovassi a dover scegliere spero di assomigliare ad un reo di falso in bilancio piuttosto, a quelli talvolta danno anche una pacca sulla spalla!

  3. paolo ha detto:

    A proposito: (ma non vorrei dire l’ennesima cazzata) poco prima delle ferie non c’era pure da noi una discussione al parlamento di una legge simile? Nel senso che su indicazione delle forze di polizia si potesse procedere alla publlicazione anche sui muri di fotografie di pedofili ufficiialmente riconosciuti come tali? Qualcuno sa che fine ha fatto o se ha avuto un esito? Vabbè che in italia una legge in media si approva in due o tre anni, salvo quelle che servono a inostri politicanti!
    Attendo lumi eventualmente grazie

    • franz ha detto:

      Considerato che secondo le vigenti leggi non puoi nemmeno dire che uno è un ladro manco se è stato condannato in via definitiva per tale reato… credo che sia caduta nel nulla!

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.