Altra analisi USA su Berlusconi, anche questa censurata. Più agghiacciante dell’ultima.

Anche questa un po’ lunghetta, ma per avere un’idea di cosa dicono di noi all’estero è decisamente particolare.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

12 Comments

  1. Giuseppe ha detto:

    Conoscevo già questo filmato, fa parte di un servizio su Silvio Berlusconi mandato in onda (se non sbaglio) in America. La trasmissione che lo ha trasmesso è Wide Angle, promossa da diverse Fondazioni (come la Fondazione Ford, William e Flora Hewlett, ed altre). Chi è veramente Silvio Berlusconi è una domanda che tuti gli italiani si dovrebbero porre. Fai bene Franz a ricordarcelo ogni tanto, chissà che prima o poi non apriamo gli occhi su quello che sta succedendo sotto i nostri occhi distratti. Ciao.

    • Franz ha detto:

      Grazie Giuseppe.
      Personalmente ritengo che in questo momento purtroppo Berlusconi sia indispensabile all’Italia, data la mancanza di personaggi che abbiano uno spessore politico. Almeno quest’uomo, nel bene e nel male, sta riuscendo a tenere assieme uno straccio di maggioranza.
      Una sinistra al potere, o una socialità filoclericale sarebbero a tutti gli effetti molto peggio, anche se non vedo più così tanta differenza.
      Così come una destra estrema porterebbe secondo me solo a danni ancora maggiori. Il problema vero in Italia è che dobbiamo accontentarci dei pescare il “meno peggio” in una classe politica senza etica, senza morale, senza spessore umano, culturale e sociale.
      E anche iniziando adesso a formare una classe dirigente degna di questo nome, i risultati li potranno forse vedere i nostri nipoti, ammesso che il mondo ce la faccia ad andare così tanto avanti sulla strada di questo ormai delegittimato fantasma di democrazia.

      • Valeria ha detto:

        Nooooo! Non posso credere che Franz abbia scritto “accontentiamoci del meno peggio”!!!
        Non è da te! Forse un pochino, sotto, sotto il Berlusca non ti dispiace!
        Io credo invece che quest’uomo sia un sintomo; lui esiste perché c’è un vuoto politico e, a sua volta, il vuoto politico è indotto. In parte da un benessere, forse sostenuto artificialmente, sul quale tutti ci siamo adagiati: fino a quando l’acqua non arriva alla gola evidentemente la gente si accontenta (e forse anche gode, perché non accontentarsi richiede sempre un po’ di fatica e impegno; ovvero sforzo e volontà). In parte indotto dal vuoto mentale creato ad arte da quella “scatola magica” (la TV) che produce sogni e offusca i cervelli.

        • Franz ha detto:

          Non ho detto che dobbiamo accontentarci. Ma al momento non abbiamo scelta. Quello che possiamo fare è costruire in noi e in chi ci circonda una diversa consapevolezza. In questo modo, prima o poi, la differenza si potrebbe far sentire. E allora si che ci sarebbe una possibilità di far nascere qualche figura politica degna di tal nome. E’ ovvio che si tratta di qualcosa a lungo termine.

          • Valeria ha detto:

            Io personalmente inviterei alla prudenza del dichiarare che non abbiamo scelta…
            Il mio parere è che quest’uomo sia molto abile nel far credere che, malgrado tutto, lui stesso è il meglio in cui possiamo sperare. Del resto ha in mano l’informazione, come può non riuscirci? Ed è questo che io trovo preoccupante: la difficoltà di altre componenti politiche, opinioniste, ecc di esprimere liberamente un parere contrario al suo. Migliore o peggiore questo sta al giudizio di ciascun cittadino; ma la libertà di espressione è alla base delle regole democratiche…
            Finché si tratta degli stupri o delle cellule staminali, per carità, il dibattito è consentito (tanto per far vedere che c’è) ma ci sono gravi problemi in questo paese e grosse responsabilità su temi decisamente cardine (lavoro, precariato, deindustrializzazione, e molto altro ancora) rispetto ai quali le voci fuori del coro vengono sistematicamente “ignorate”. E posso assicurare – per il fatto di vedere tutti i giorni con i miei occhi – che queste “voci” ci sono eccome!!!
            Gente che vale qualcosa e che non pensa esclusivamente al proprio orticello ce n’è. Poca forse, ma a volte un solo uomo può spostare qualcosa… Se glielo lasciano fare!

  2. Giuseppe ha detto:

    Mi dai dai pensare…credo che tu abbia ragione.

  3. Giuseppe ha detto:

    Visto che Federico Leopardi propone Thor, io direi: perché non Odino in persona, a cavallo di Sleipnir, come nella sua “Caccia selvaggia”. Casomai col sottofondo musicale della “Cavalcata delle Valchirie”. E’ forse arrivata l’ora del Ragnarok, la battaglia finale tra Dei e Demoni?
    No. Scherzi a parte, forse ha ragione Franz. Semplicemente ognuno di noi deve svegliarsi, diventare più responsabile, fare quello che può, onestamente. In quanto alla situazione politica e sociale generale ogni popolo ha il governo che si merita. Finché non cambierà l’atteggiamento delle masse possiamo scordarceli i buoni governanti. Ciao.

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.