EntityCube: il motore di ricerca Microsoft cina per tracciare le relazioni in rete

grafo-sociale-apertoRicevo la segnalazione dal mio sempre solerte ISP Massimo, indago e inorridisco!

Questo articolo di Punto Informatico (sempre grande qualità da parte di questi signori) segnala il progetto di Microsoft (guarda caso nella fattispecie la sede di Pechino, che coincidenza), per la realizzazione di EntityCube, un motore di ricerca in grado di “inferenziare” e tracciare entità connesse tra loro sulla rete

Detto in parole povere, stanno trovando il modo per aggregare tutte le attività di una stessa persona sulla rete. Poniamo il caso di questo blog. Uno di voi scrive un commento con un nickname che usa anche su altri blog e forum. Su altri siti invece usa un altro nickname ma lo fa, ad esempio, mettendo la stessa mail, o usando lo stesso pc. 

EntityCube sarà in grado di integrare le attività dei due nickname ed ascriverle ad un’unica entità (ovviamente in questo caso l’utente, se avrà avuto la velleità di lasciare una qualsiasi traccia riconoscibile sul web, cosa che prima o poi fanno tutti, aiutati in questo dai vari Social Network, YouTube, Goggle Earth… ).

Il software, sulla base di algoritmi di riconoscimento semantico e di tracciamento del traffico, degli IP e packet inspection varie, sarà quindi in grado di ricostruire la mappa delle relazioni di ognuno di noi, ad un livello mai visto prima.

Bella questa cosa, mascherata da operazione per facilitare le ricerche in rete. 

Peccato che il fatto che venga da Microsoft, e soprattutto dal comparto cinese, non lasci nessuno spazio all’immaginazione sulle vere finalità di questa operazione, dal costo proibitivo anche solo in ricerca & sviluppo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

3 Comments

  1. Alex ha detto:

    Sono inorridito. Riprenderò la notizia sul mio blog…

  2. […] prima l’ho appresa dal blog dell’amico Francesco Amato. Si parla di “Entity Cube”, progetto web di casa Microsoft. Si tratta di un motore di […]

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.