Ci voleva la crisi: in Toscana spuntano le case a energia geotermica. Bolletta a zero!

la-casa-energeticaE dai… Dai che forse alla fine ‘sta crisi ci fa un favore. Una società basata sull’economia della domanda e dell’offerta doveva per forza trovare un sistema per continuare a vendere. E così hanno tirato fuori il coniglio dal cappello.

Trovate l’articolo qui, sul Corriere. 

A Follonica, in Toscana, il 31 Marzo verranno inaugurati 20 edifici che per riscaldamento e aria condizionata sfruttano l’energia geotermica. Alcune sonde di vengono inserite nel terreno fino ad un centinaio di metri di profondità e convogliano il calore in entrambi i sensi. Risultato: riscaldamento d’inverno e condizionamento d’estate senza dare una lira all’ENEL del cazzo. 

Costruite con materiali particolari, atti alla massima resa termica, queste case costano tanto quanto le altre. Solo che non si spende per il riscaldamento e per l’aria condizionata. E ovviamente, l’ambiente ringrazia parecchio.

Solo che ci voleva la crisi economica perchè qualcuno si decidesse a tirare fuori la cosa. 

Secondo me, se va avanti così, tra un po’ cominceranno a spuntare dei mezzi di locomozione elettrici degni di tal nome. 

Grazie a Ilia per la segnalazione!

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

5 Comments

  1. roberto da castelfiorentino ha detto:

    Ho fatto il muratore x 30 anni,per scelta,prima facevo l’impiegato,e decisi di andare ad imparare uno dei mestieri più belli,anche se faticoso.
    Negli ultimi 10 anni,si parlava sempre più spesso di pannelli solari e energie alternative.Ne parlavo spesso con i miei compagni di lavoro etecnici vari che si aggirano nei cantieri.Mi prendevano per scemo.
    Un giorno feci notare ad un ingegnere,la necessità di predisporre per il futuro i tetti delle nuove abitazioni,per chi vorrà in poi,mettere i pannelli solari,o fotovoltaici.Mi rispose voltandosi da un’altra parte e alzando le spalle, come dire: ma che cretinate dice questo.Ora che sono in pensione e in mezzo a questa crisi,penso con tristezza quante occasioni sono state specate in Italia.E pensare che nell’1982 mi capitò di installare pannelli solari in un casolare di campagna.Il proprietario era un ‘israeliano li trasferitosi.Roberto.Castelfiorentino.

    • franz ha detto:

      Grazie del passaggio e del commento. Hai perfettamente ragione, purtroppo l’Italia ha mancato centinaia di occasioni come questa, per miopia imprenditoriale, politica o anche semplicemente umana. Il fatto che nell’82, vale a dire 27 anni fa, in Israele i pannelli solari fossero la norma mentre da noi non li avevamo manco sentiti nominare è particolarmente esemplare.
      Ma basterebbe anche solo parlare del turismo. Abbiamo il meglio del meglio in Italia, ma l’unica cosa a cui abbiamo pensato in tutti gli anni passati è stata spennare il turista, sia nazionale che estero, e il risultato è sotto gli occhi di tutti.

  2. Frank Giamba ha detto:

    Ciao.
    Incredibile in ITA parliamo ORA, per la verità POKISSIMI ne parlano, di case a basso consumo energetico, o di BIO edilizia ….
    In Svizzera, Germania, LE STANNO COSTRUENDO DA ANNI. C’è una trasmissione per bambini su un canale tedesco ke anni fa fece una bellissima puntata (per bimbi appunto) parlando e facendo vedere la costruzione di una casa con i criteri BIO e ad impatto energetico zero. Finestre con i TRIPLO vetri, riscaldamento GEOTERMICO ma non dove i sono le terme. Bellissima dimostrazione con un termometro, temperatura sotto zero ad altezza uomo e ….. a un metro sotto terra …. qualche grado positivo! Spiegavano come in estate è il contrario e lo stesso scambiatore di calore, usato in inverno, d’estate raffreschi perkè un delta di temperatura tra ambiente e “sottoterra” esiste anke in estate (sotto è più fresco). Rimasi ALLIBITO per quanto vidi: a struttura completata (non rifinita) e serramenti esterni montati mega ventilatore sulla porta di ingresso per mettere in pressione (minima) la villetta (a 2 piani) e …. ricerca di “filure” di aria verso l’esterno su serramenti, giunzioni delle strutture eccetera!!!!! Va aggiunto ke il riscaldamento / raffrescamento, crea una circolazione di aria che impedisce l’attecchimetno delle muffe (DANNOSISSIME per gli abitanti della casa). Coimbentazioni SERIE e NON RIDICOLE calcolate con la nostra famosa legge 10!! Pannelli solari e fotovoltaici. La casa (villetta monofamiliare nel programma) era un “prefabricato” in materiali di legno nella struttura principale chiaramente BIO senza l’uso delle colle con composti volatili organici ( VOC ) o formaldeide ke noi italiani MANCO SAPPIAMO ESSERE DANNOSE, … ORRORE PER GLI ITALIANI???? case PREfabbricate?? Ma guardatevi le case che costruiscono da NOI in blokki di cemento armato!!!!! Sapete cosa rilasciano? RADON che è un gas con un tempo rapido di decadimento ke diventa CANCEROGENO una polvere sottile nei nostri polmoni. Comunque la casa è poi stata completata con opere in muratura eccetera e a lavoro ultimato era una casetta DA SOGNO per chiunque e dall’aspetto normale MA non necessitava di riscaldamento “tradizionale” GAS o oli combustibili vari! E parliamo della GER dove le temperature invernali sono, diciamo, “diverse” ke da noi. Ultima cosa, il costo … FACCIAMOCI FOTTERE come al soliti qui da noi! era assolutamente paragonabile a quello delle case “tradizionali” tedeske. Vi dico solo che mio cognato in GER ha cambiato delle finestre. Le ha messe in PVC termosaldate, vetri a camera (solo doppi ma con una camera al massimo delle possibilità di spessore per evitare, con la camera sotto vuoto la deformazione delle lastre) costo, senza montaggio 250€. Un mio vicino le ha messe simili (piu piccole e con vetri a camera minore spessore) al costo di 1200 euro compreso il montaggio (recupero del 55%).
    Scusate la mia prolissità ma ste cose mi infervorano.
    Saluti

  3. Sting ha detto:

    Ho letto oggi una notizia simile sulla Stampa, e mi sono posto (come da mio “vizio”) una domanda:
    Se quei dementi che ci governano invece di destinare XY milioni di euro in puttanate come le centrali atomiche, i ponti sullo stretto e le “grandi infrastrutture”, li spendessero per incentivare l’uso e la costruzione di case passive, energie naturali e/o rinnovabili, piani di mobilità fatti con un briciolo di buon senso, politiche di trasporto merci più logiche ecc. ecc., certamente farebebro il bene del paese e migliorerebbero la salute dei cittadini!
    Ah, dimenticavo, però non farebbero ingrassare i mafiosi e i lobbisti loro amici… è vero, scusate. Ho detto delle cazzate……………

    • Frank Giamba ha detto:

      NON HAI SCRITTO CAZZATE!!!!!!
      Hai, purtroppo, scritto la PURA e sacrosanta verità!
      Ci consideriamo un “paese evoluto”, MA siamo in realtà un paese del terzo mondo in quasi tutto.

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.