Cancro: la malattia del secolo, ma anche il business del secolo.

fCome detto in un post precedente, la malattia in generale e quella grave o cronica in particolare, rappresentano il business per eccellenza per tutta l’industria medica.

Al di là di ogni considerazione di merito o morale, tutta la medicina occidentale, uomini, mezzi, materiali… campa sulla malattia. E in particolare sulla sua cura, non sulla guarigione del paziente.

Se guarisco qualcuno, ho perso il cliente. Se lo curo, ma senza mai riuscire a guarirlo, che la cosa sia voluta o no, ho raggiunto il massimo di fidelizzazione del cliente.

Può anche sembrare cinico, spietato, ma è proprio così. E stiamo parlando di un business da svariate decine di miliardi di dollari.

In merito, suggerisco la visione del filmato qui sotto. Molto equilibrato, parla proprio degli aspetti economici legati alla cronicizzazione delle malattie. Il filmato è  incluso in un ottimo, veramente ottimo post che trovate sul blog tuttuno.blogspot.com, riporta la trascrizione del filmato. Sullo stesso blog trovate parecchie altre considerazioni, più o meno valide, lascio a voi decidere, su molti altri argomenti.

Grazie a Ilia per la segnalazione.

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

1 Comment

  1. Sting ha detto:

    Very interesting.
    Ho ritrovato con stupore (?) il nome dei Rockfeller tra i finanziatori della “medicina ufficiale”.
    C’è da chiedersi come pensano di arricchirsi quando avranno portato il genere umano alla fine..
    Saluti

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.