Extracomunitario aggredisce donna: la polizia non lo trova, e lui ripete. - Franz's Blog

Extracomunitario aggredisce donna: la polizia non lo trova, e lui ripete.

Ho trovato questa notizia su “La Stampa”. Una donna di Pinerolo viene aggredita quest’estate da un extracomunitario, che la ferisce all’addome con un coccio di vetro. Sporge denuncia, ma ovviamente non succede nulla.

Qualche mese dopo, lo stesso personaggio aggredisce la donna nuovamente. Questa volta pestandole la testa contro una cassetta delle lettere, con conseguente trauma cranico.

La donna non riconosce l’aggressore dalle foto segnaletiche, e quindi nel frattempo rischia di brutto, perchè la polizia non può fare nulla se non trova l’aggressore.

Però se questa donna si armasse e la prossima volta sparasse in bocca all’aggressore sarebbe lei a finire in galera.

Cosi è… se vi pare, se vi pare ancora possibile vivere in un paese dove una donna aggredita due volte deve per forza contare solo sulle inesistenti forze dell’ordine per la difesa della propria incolumità, o dove ad un rumeno pluripregiudicato con provvedimento di espulsione esecutivo viene consentito di restare in libertà perchè possa poi violentare una ragazzina di sedici anni.

A me non pare…

Tag Technorati: ,

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

29 risposte a Extracomunitario aggredisce donna: la polizia non lo trova, e lui ripete.

  • Hai ragione a parlare di inesistenti forze dell ordine, ormai avere a che a fare con loro nn fa più paura neanche ai ragazzini che si permettono il lusso di accoltellare i propri professori.
    Purtroppo con rammirico (perchè nn avrei mai pensato di provare certi sentimenti) quando ho sentito che nel mio quartiere, Caffarella dove si è consumato lo stupro della ragazzina di 14 anni, qualcuno ha massacrato 4 rumeni a caso sono stata felice….Sono stata felice perchè finalmente un cenno di reazione da parte di una cittadinanza addormenta, umiliata e cosciente di essere sempre dalla parte del torto.
    Perchè é questo che succede se ci si difende , se ci si ribella a certe paradossali dinamiche, si passa dalla parte del torto.
    Sono contenta che qualcuno abbia impugnato la spranga per difendere il nostro territorio ,la nostra città che è bellissima e che ci stanno togliendo pezzo per pezzo… Il parco della Caffarella è un miracolo della natura e di cultura uno spazio immenso di cui tutti i romani dovrebbero poter tornare ad usufrire con serenità.
    Confido nelle reazioni dei cittadini, spero che verranno indotte delle ronde e se sarà ancora qui spero di potervi partecipare attivamente.
    E’ ora che in europa si divulghi la voce che in Italia nn si può più fare il cazzo che si vuole e che dove nn arrivano la forze dell’ ordine arrivano gli italiani.

    • se capisco bene quello che stai dicendo Veronica, dovremmo prendere tutti andare nei nostri garage, prendere spranghe e il fucile del nonno e andare a farla pagare al primo extracomunitario che si trova.. bel esempio che dai! non pensi che ci potrebbero essere altri mezzi che la barbaria? non sono neanche sicura di vivere in un paese civilizzato quando leggo commenti come il tuo

      • Infatti il nostro paese è lontano anni luce dalla civiltà … speravo te ne fossi accorta.
        mi auguro che nn ti accada mai ma sono certa che se fossi personalmente aggredita da qualcuno cambieresti idea.

        • 1) veramente lo sono già stata, e non è per quello che prendo le armi.. forse è propria quella la differenza tra te e me…
          2) non penso che arrivare ad uno stato dove ognuno si faccia giustizia da solo sia da lodare
          3) lo sai che quello che fai è incitazione alla violenza? meno male che esiste anche il dialogo, sai una di quelle peculiarità che caratterizzano il paese civilizzato dove abiti e che aborri…

          • con i tuoi aggressori ti sei fatta una belle chiacchierata?
            Non incito nessuno alla violenza, tuttalpiù alla reazione la differenza tra te e me sai dovè? che quelli come te che parlano tanto di dialogo ma nn hanno mai una proposta reale sanno solo criticare quello che propongono gli altri per questo il paese è in stallo. La rovina dell italia sono proprio per i buonisti dialogatori come te…. fai una bella cosa vai a dialogare con i parenti dei due ragazzi aggrediti a guidonia, e già che ci sei prenditi un the con gli stupratori…tanto grazie quelli come te saranno ancora in giro.

            • perché “massacrare” la gente pensi che non sia un atto violento? è incitazione alla violenza quel che dici? scusa scusa, ammazziamoci tutti che è meglio va… evitiamo di usare il nostro cervello, massacriamoci di tv tutto il giorno e continuamo a credere tutto quello che sentiamo (a proposito vai un po’ a leggere i dati ISTAT sui stupri poi torna a parlarmi…)
              non avrei problemi ad andare a dialogare con degli stupratori, visto che so usare quello che fa di me un uomo e che mi differenzia dalla bestia

              • ma tu hai letto il primo articolo? a te sembra giusto che in questo tuo bel paese civile di grandi dialogatori una donna aggredita 2 volte debba contare solo sull’ incapacità delle forze dell’ ordine, o dove ad un rumeno pluripregiudicato con provvedimento di espulsione esecutivo viene consentito di restare in libertà perchè possa poi violentare una ragazzina di 14 anni. e poi dialogare con chi che questi elementi nn parlano neanche una parola del paese che li ospita… tanto per loro ci sono mille facilitazioni che glielo fa fare a mettersi a studiare o a cercarsi un lavoro vero, tanto in tutti i casi gli italiani gli passano tutto, comprese le loro figlie, mogli da stuprare.
                comunque hai ragione probabilmente mi sono fatta prendere dalla rabbia in realtà nn trovo giusto neanche io che 4 immigrati a caso siano stati pestati, perchè le vere sprangate dovrebbero essere per quelli che in questi ultimi anni in nome del dialogo e della solidarietà hanno fatto entrare cani e porci.
                La televisione la guardo poco e purtroppo al’ istat ci lavoro…
                Buona domenica

                • quindi come puoi non saperli leggere? la cosa mi stupisce! dimmi cosa ne pensi allora! buttiamo fuori dall’italia anche tutti i mariti che stuprano le loro moglie, io non mi faccio problemi.
                  Non sto difendendo violentatori di ragazze, e non difendendo quell’atrocità che ha subito questa povera ragazza, sto solo difendendo il loro diritto ad essere giudicati da un tribunale e non da gente assetata di vendetta (a ragione ma non è per quello che bisogna ripondere con le spranghe seno dove la civiltà) e sia in italia che a casa loro e rifiuto di generalizzare dicendo che tutti gli stranieri siano delle belve assassine (basta lasciare il proprio paese per capirlo) .. e che tutta la gente di sinistra siano dei mangiatori di bambini sicuramente come imagino che pensi a questo punto.
                  No ho problemi a prendermi sprangate, tanto “la ragione del più forte è sempre la migliore”, cosa dici?
                  buona domenica anche a te

                  • per come la vedo io chiunque aproffitti di una creatura che nn ha la facoltà difendersi andrebbe lanciato con uno shuttle direttamente verso il sole e parlo di tutti i tipi di abusi su donne, bambini, ansiani ed animali.
                    Ci sono dei tribunali in questa terra di nessuno? a me nn risulta, c’è certezza della pena in questo paese di Pulcinella dopo il giudizio? .. nn mi risulta neanche questo. C’è solo tanata gente pronta a parlare e difendere i diritti del prossimo mettendo da parte i propri. Un vero paese di altruisti… Ci sono elementi che nn solo dvrebbero essere allontanati dal nostro paese ma dal pianeta in generale, senza i quali il mondo potrebbe essere solo un posto migliore
                    Guarda come i tuoi amici immigrati rumeni hanno ridotto il povero amministratore di condominio che era passato a riscuote le rate condominiali…( la cronaca di roma del messaggero di oggi) fatto a pezzi e chiuso in una valigia.. vatti a fare 2 chiacchiere anche con loro magari li convinci che nn si fa.
                    pensi ancora che ci dovrebbe essere un tribunale per certi pendagli da forca? io sinceramente no, ne per loro nè per tanti altri itliani ( vedi l’ artefice dello stupro di capodanno, a casa con mammetta perchè al momento dell atto sotto effetto di alcool e droghe, e quindi poverino giudicato dal giudice fuori di se ed incapace di intendere… veramente funzionanti i nostri tribunali) e nn.

                    • concordo pienamente con te col fatto che la giustizia non sempre condanna tutti i criminali, e che non si è sempre sicuro dell’esito di un processo, ma quando leggo un’affermazione cosi discriminatoria e razzista come “i tuoi amici immigrati rumeni” (come se andasse a significare tutto il popolo rumeno e non solo quei bastardi)non posso che lamentarmi per la condizione umana.
                      Penso che ognuno puo un giorno guadagnarsi il perdono (sono atea) purgando una pena e che non necessariamente dobbiamo avere ricorso alla pena di morte che sia istituzionalizzata o meno. No, non manderei al rogo quegli che mi hanno aggredito ma non darei neanche la possibilità giuridica (che avranno) a naziskin membri di una milizia volontaria civile (o ronde come le chiamate) di andare ad ammazzare maghrebini in giro.

                    • I rumeni sono un popolo stupendo e ricco di cultura, un paese ammirabile e ridente dato che tutti i suoi criminali popolano la nostra nazione.

                      I nostri tribunali sono perfettamente funzionanti, come il nostro sistema legislativo dell’ altro.

                      L’ immigrazione nn rappresenta un problema grave in Italia.

                      Le forze dell ‘ordine mantengono un ordine impeccabile, la partecipazione dei cittadini ad aiutare a sorvegliare in modo più capillare il territorio è assolutamente nn necessario perchè tutto già perfettamente sorvegliato e le capitali italiane sono sicure soprattutto per donne sole.

                      Gli italiani sono persone con un forte spirito samaritano, e di accoglienza

                      lo chiamano il Bel paese nn a caso… per chi ci viene a delinquere naturalmente perchè per chi lavora e paga le tasse le cose sono ben diverse.

                      W l’ italia, che sto per lasciare per andare in un paese realmente civile dove la cittadinanza ha davvero rispetto per quello che ha, dove ci sono tantissimi immigrati che convivono perfettamente integrati e chiunque fa una cazzata paga…. ma per davvero.
                      nn ho mandato al rogo il mio aggressore ma sicuramente l’ ho mandato all’ ospedale dato che l’ ho preso ad ombrellate in faccia tanto per togliergli il vizio, sai che i soldi che mi porto in borsa me li vado a guadagnare tutte le mattine per otto ore al giorno minimo e nn ho propria voglia di farmeli rubare dal primo fan cazzista immigrato. dalle forze dell’ ordine nn ci sono neanche passata perchè nn amo perdere tempo.
                      Le ronde civili saranno disarmate e quimdi nessun maghrebino verrà ammazzato.
                      Anche io mi lamento per la condizione umana quando penso che durante la mia assenza dal paese spero eterna persone false perbeniste e buoniste contribuiranno a far popolare l’ italia dalla feccia di tutta l’ europa specialmente quella dell’ est.

                    • Sarà perché io, in questo paese, non ci sono nata, ho viaggiato, l’ho scelto, gli riconosco tanti diffetti e tanti pregi e che faccio parte di questi immigrati che aborri (mi spiace non sono extracomunitaria, come non lo è un rumeno, pero strano a me non mi prenderesti a calci nel sedere) … strano ma ho vissuto in quattro paesi diversi, dove ho sempre trovato delinquenza, fascismo e ignoranza : non ti preoccupare che fuori Italia, le violenze commesse sulle donne e sui bambini attribuiti agli stranieri potrebbe andare molto oltre al 10% dell’Italia.
                      Mi spiace ma l’Italia non è messa cosi male come pensi e come lo pretende il tg di fede (perché le tue fonti sono quelle non l’ISTAT) … se l’Italia è messa male è per la politica che segue, per la reputazione di repubblica delle banane che ha e di violazione dei diritti umani. Se vai a guardare l’opinione pubblica europea non mi sembra che l’Italia abbia brutta immagine perché un immigrato stupra una bambina (mentre 7 italiani ne stuprano 7) ma perché il paese sta tornando al fascismo e che l’unico modo per cui fa parlare di sé, è con misure che violano la libertà individuale e favoreggia la legge del branco, la legge di chi non ragiona.
                      Sarà, ma mi sembra che a te non spaventa quest’idea.
                      Comunque buon viaggio, io non scappo, in Italia, ci rimango!

                    • Mi fa piacere che ancora credi all’ esettezza dei dati istat….Fede ancora conduce il tg4? nn so perchè pensavo fosse morto forse l’ho scambiato per qualche altro.
                      Non so da dove tu venga e sinceramente manco nn mi interessa, mi fa piacere che almeno tu difendi il paese che ti ospita,e che probabilmente ti mantiene in toto, (dato che la maggior parte degli immigrati dice che vorrebbe andare via dall’ italia perchè è un paese razzista, ma una volta che si installano nn è più possibile rimuoverli neanche con il piede di porco) Purtroppo io sono italiana e questo mi esclude da tanti privilegi, soprattutto quelli fiscali, sai con le tasse del mio lavoro devo mantenere la sanità ad immigrati clandestini, devo pagare il bonus familiare agli stranieri poco abbienti ed ai loro figli all’ estero e tante altre belle cose, tipo il mantenimento dei campi rom
                      Dici che nn ti prenderei a calci ne sedere…. se lo dici tu.(comunque io nn vado a prendere a calci nessuno che nn se lo cerchi)
                      Io nn ce li ho con gli immigrati in generale anzi, sto giusto ospitando una ragazza turca in erasmus e mi sono battuta con tutta me stessa con l’ ambasciata italiana in turchia per averla qui, perchè per farla venire qui le hanno richiesto di dimostrare di avere 1000 euro al mese per mantenersi…( studentessa di 24 anni) sai quando vuoi fare le cose in regola o per motivi culturali l’ italia è severissima è quando si agisce nell’ illegalità che è tutto permesso.
                      Non aborro gli immigrati, in senso lato aborro chi vuole fare le cose passando per la via più breve, chi pretende di avere diritti che nn gli spettano,chi nn si vuole assumere doveri e responsabilità.
                      Per me i rumeni sono rumeni, come i tedeshi sono tedeschi e gli inglesi sono inglesi, gli italiani sono italiani nn faccio distinzione fra exstracomunitario o comunitario, se sei un criminale sei un criminale da dovunque tu provenga, se sei una brava persona sei una brava persona da dovunque tu provenga.
                      Comunque se mi avessi detto prima che nn eri italiana nn avrei neanche dato luogo a questa lunga fippica, perchè che nn essendo il tuo paese per quanto mi riguarda nn ne dovresti neanche parlare, perchè per me ovvio che se non stai bene in un paese che ti ospita, se sei spaventata per le misure di sicurezza che il paese intende prendere, se pensi che i tuoi diritti vengano violati, che la politica verta al fascismo, che ci ci vive ti fa dubitare di vivere in un paese civilizzato la porta per uscire è sempre aperta.
                      Ma tanto tu sei infinitamente buona ed alla fine perdonerai tutti questi atteggiamenti barbari e in Italia ci resti.
                      Anche io ho viaggiato moltissimo ed è pr questo che decido di smettere di pagare le tasse in un paese che nn mi sa garantire niente.
                      nn so tu da dove provieni e che cosa fai qui, magari lavori alla fao o in vaticano e le tasse nn le paghi proprio, e l’italia ti sembra un paese bellissimo.
                      Buona permanenza e buona notte

                    • io insegno cara mia, vedo ragazzi tutti i giorni cosa che saresti incapace di fare, inculcare valori di pace, di non-violenza, insegnare a non sacgliare la pietra prima di giudicare una persona come sicuramente non l’hai fatto qdo hai ospitata questa ragazza turca, il che fa di te sicuramente una persona aperta, a certi riguardi, ma che non toglie niente al fatto che sei xenofoba e intollerante verso ogni cosa che ti sia estranea.
                      Non vedo perché il fatto di non essere a 100% (dimmi che tu lo sei, non ti crederei neanche) italiana non mi dia il diritto di parlare dell’italia (poiché ritengo di conoscerla meglio di te e di parlare anche bene italiano, prova fatta, non te la eri neanche data…) … in italia ci vivo da molti anni, ci lavoro, pago le tasse, e non preoccupati, no, non paghi la prevvidenza sociale agli immigrati poiché quello è un diritto che non hanno. Le altre tasse, invece, quelle si che loro, le pagano mentre tu no … com’è strano il mondo.
                      Se rimetti in questione istituzione come l’istat (non saprai neanche cos’è a questo punto…ah scusa dimenticavo, ci lavori ups!), mi sa che il dialogo puo solo che finire qui.
                      All’ignoranza non si da risposta.
                      merci et bon vent

                    • Menomale che finisce qui, perchè proprio nn ce la la facevo più, a sentire le tue baggianate.
                      Gli immigrati clandestini usano tranquillamente gli ospedali che paghiamo noi, poi sarei davvero curiosa di sapere quali tasse pagano gli immigrati che nn pago io, ma nn ti disturbare a rispondermi, perchè tra poco le tasse qui nn le pagherò più nemmeno io. Il tuo italiano è molto buono ma nn perfetto come credi, in questo ultimo articolo poi è evidente che nn è la tua lingua…” non sacgliare la pietra prima di giudicare una persona come, sicuramente non l’hai fatto qdo hai ospitata questa ragazza turca” che vuol dire? (nn me lo spiegare perchè tanto nn mi interessa)
                      Vado in paese straniero proprio perchè amo sperimentare cose diverse, la mia casa è stata sempre aperte a persone di tutto il mondo che sono venute in italia a studiarne la lingua e la cultura.
                      tu continua pure a pensare ai dati istat come alla bibbia,e alla pace nel mondo.
                      Adieu

    • Ed ecco, cara Veronica, che tutto il caso della Caffarella si dimostra quello che è stato: una “caccia allo straniero” e basta.
      Con la PESSIMA figura di chi l’ha condotta, perchè la prova ASSOLUTA del DNA ha scagionato i due arrestati.
      E questo, non si può discutere.
      E troppo facilmente quelli che “pensano” come te dimenticano…
      Sicuramente, visto quello che pensi, non ti è servita neanche la lezione dei Vigili di Parma nel caso Bonsu: anche lì un INNOCENTE è stato pestato, insultato, maltrattato solo perchè… di colore.
      Questi sono I RISULTATI di quel tipo di pensiero.
      Che definire pensiero è certamente esagerato: un pensiero presuppone riflessione, ragionamento.
      Non solo rabbia e reazione pura.
      Colpa di questo stato di cose è anche l’ignoranza, il non sapere.
      Anzi, è l’ignoranza il male principale: non conosco (ignoro) quindi ne ho paura.
      Se noi Italiani imparassimo a studiare la Storia del nostro popolo, ricorderemmo come siamo stati trattati quando eravamo NOI gli emigranti.
      E ricorderemmo i “Sacco e Vanzetti”, due Italiani INNOCENTI giustiziati da una Giustizia Sommaria come quella che vedo invocare qui.
      Se ci fosse meno ignoranza, ci sarebbe più civiltà.
      E si eviterebbero figure come quelle che ti ho citato.
      Mr.Wolf

      • Egregio Mr. Wolf… tanto per iniziare grazie della visita e del commento indubbiamente ragionato, che apprezzo moltissimo.
        Il rischio di tutto ciò è ovvio, e ne avevo parlato in occasione dell’omicidio del ragazzo di 19 anni a Roma.
        Quello che però ritengo occorra chiarire è che al di là di ogni considerazione ideologica, occorre capire che proprio l’ignoranza, quanto più è profonda, se non supportata da una forma qualsiasi di profondità interiore, tanto più coincide con la mancanza di rispetto per la vita.
        Occorrerebbe essere un po’ meno moralisti, e comprendere che un delinquente è tale, da qualunque parte del mondo provenga. Occorrerebbe anche comprendere che i media decidono di picchiare su questo o quell’argomento per giorni, settimane o mesi, a seconda dell’effetto che vogliono generare a fini esclusivamente politici, quasi mai, quantomeno in Italia, per dare notizia di fatti.
        Bisogna sempre diffidare quando sui giornali un argomento viene ripetuto per più di due giorni, perchè significa che le testate hanno deciso di indurre l’opinione pubblica su un percorso ben preciso.
        Se ci fosse meno ignoranza, questo non porterebbe a più civiltà, ma solo a più sapere. Se ci fosse più consapevolezza allora si che ci sarebbe più civiltà. Ma non solo: ci sarebbe anche la chiarezza di visione sufficiente a capire che la civiltà va difesa, altrimenti corre il rischio di decadere, come è successo all’impero romano, e subito dopo perire sotto gli attacchi di quei barbari che, pur meno colti e civili, ma sicuramente più furbi, determinati e meno moralisti, alla fine al detto impero hanno fatto un culo a stantuffo riquadro (perdonami il francesismo 😉 ).
        Spero di leggerti ancora su questo blog. Buona serata.

  • Ciao…grazie mille per il link…ti ho inserito nei miei blog amici in home page!!
    Grazie a presto…

    L’Acchiappa Mosche

  • il rumeno pluripregiudicato che violenta la ragazzina di 16 anni deve marcire in galera, non deve essere espulso, cioè gentilmente riaccompagnato in patria A NOSTRE SPESE! Se noi italiani facciamo un crimine finiamo dentro, si o no?!?! E allora perchè gli immigrati clandestini colpevoli di un reato vengono solo espulsi(e poi spesso tornano qui a fare danni)?

    La legge è uguale per tutti? SI O NO ?

    • Putroppo, a quanto pare no… per quanto riguarda le spese, ci costa molto di più mantenerlo in galera che rimandarlo a casa sua! Buona serata e grazie del passaggio!

  • Chiara, sarei sinceramente curioso di sapere cosa insegni. Parli di non violenza, ma poi usi una violenza verbale decisamente infantile. Il fatto di non essere italiana non ti limita nel tuo diritto di espressione, credo tu debba poter esprimere le tue opinioni sull’Italia, come su qualunque altra cosa. Il fatto di pagare le tasse non centra un cazzo. La tassa (che non è una tassa, bensì un’imposta) la paghi a prescindere da ogni altro aspetto. Il fatto di essere cittadina di un Paese deve offrire dei vantaggi rispetto a chi non lo è. In Italia offre prevalentemente svantaggi. Questo è un primo punto. Il secondo punto lo ha ben esplicitato il ministro degli interni rumeno questa mattina: circa il 40% dei pregiudicati latitanti rumeni si trova in territorio italiano. Questo spiega perché si può parlare di “questione rumena” senza paura di sbagliare. Poi che siano rumeni, italiani, marocchini o norvegesi centra quanto il fatto che paghi le tasse: il punto è che chi delinque deve essere perseguito e deve scontare la giusta e proporzionata pena. Il fatto che tu reagisca così a chi esprime la propria opinione credo sia indice di una immaturità democratica che ormai non mi stupisce più, anzi, mi riconferma tante cose. Grazie a tutti e buon pomeriggio. P.S. “Cara mia” pensavo di poterlo leggere solo su “Topolino” o testate di quel genere, non pensavo che ci fosse ancora chi usa tale espressione davvero.

  • Eccomi qui. Vi sono mancato?
    Chiara, Veronica, ho letto con interesse il vostro “scambio” di vedute. Direi che ho trovato spesso questo genere di incomunicabilità.
    Il pacifista ad oltranza è una figura che ho potuto spesso osservare intorno a me. L’unico momento in cui mette in discussione i suoi ideali è quando questi si frantumano contro il muro dell’altrui delinquenza, violenza e barbarie. Per quanto mi riguarda, pace e guerra sono semplicemente aspetti della vita, contrapposti ma in qualche modo equipollenti. La violenza fa parte della vita, ma secoli passati all’insegna del “porgi l’altra guancia”, principio anche valido ma solo nell’oportuno contesto, hanno portato a considerarla come “il negativo”, qualcosa da evitare perchè, inveitabilmente, genera sofferenza. E dato che l’uomo tende sempre più a fuggire quest’ultima, non può fare a meno di comportarsi nello stesso modo nei confronti della violenza. Ma come già detto in altri post, essere pacifisti dovrebbe essere una scelta, e non una necessità imposta dall’incapacità di avere una reazione anche forte, violenta appunto. Altrimenti la pace rimane una bella panzana che ci raccontiamo per mascherare la nostra incapacità di vivere.

    • Buonasera Franz e a tutti queli che hanno partecipato a questa discussione, Chiara ed Alberto.
      oggi ho ufficialmente comunicato le mie dimissini e tra circa un mese lascerò il paese, ne approfitto quindi per fare le mie scuse ufficiali a Chiara ed al Blog per i toni spesso accesi che ho usato nella discussione con Chiare che mi fanno poco onore.
      Volevo fare anche un errata corrige per Chiara perchè rileggendo il tutto mi sono accorta di nn essermi espressa correttamente, nn intendevo dire che chi nn è italiano nn si deve esprimere sull’ Italia ma volevo dire che chi nn è italiano ed in Italia nn si trova a suo agio nessuno lo scostringe a restarci.
      Per quanto riguarda poi i diversi punti di vista e l’ incomunicabilità di cui parla Franz è giusto che ci siano poichè democrazia e libertà di espressione vuol dire anche questo, quello che a mio parere nn dovrebbe esistere è ben spiegato nel nostro dialogo.
      Un caloroso saluto a tutti voi
      Veronica
      Ps per Alberto posso presumere che Chiara insegni la sua lingua che potrebbere essere il francese.

      • Cara Veronica, spero comunque vorrai proseguire la frequentazione anche dalla tua nuova location.
        In ogni caso il mio piu’ grande “In bocca al lupo!” per la tua nuova vita.

        • Grazie Frank, se avrò la possibiltà certamente anche da fuori nn mancherò di fare qualche passaggio… comunque manca ancora un po’ e nel frattempo questo blog resterà comunque tra i miei preferiti.
          V.

  • Chiara Chiara… Che fatica… Non necessito riletture, credimi. Io mi rivolgevo a te, espressamente. Non mi interessa il tono utilizzato da Veronica o da altri. Il punto è che tu professavi la tua superiorità morale per il fatto che eri contro la violenza e la xenofobia (che per altro erano assenti dalle parole di Veronica), ma allo stesso tempo lo facevi con una violenza già commentata nel mio precedente. Non credo che la questione meriti ulteriori aggiunte. Detto questo volevo salutare Veronica, augurarle buona fortuna ed augurarmi/ci che riesca a tornare a trovarci, in quanto serve gente così, credo che un forum di discussione quale questo blog cresca grazie alle differenti opinioni espresse, purché dietro vi sia un cervello e non pura emotività. Buona notte a tutti.

    • Ciao Alberto, scrivo innanzitutto per ringraziarti degli auguri che mi fai per il mio viaggio e per l’ invito a continuare a frequentare il blog. Che trovo sempre molto aggiornato e ricco di articoli di Franz che danno ottimi spunti di riflessione, molto bello l’ ultimo di oggi sull’ importanza del silenzio.
      Volevo anche precisare che anche se dal mio botta e risposta con Chiara nn è emerso io nn sono nè a fovore della violenza nè tanto meno xenofoba, anzi chi mi conosce davvero bene mi definisce esterofila.
      Nella mia vita ho aiutato tanti stranieri lavoratori per esempio a sbrigare le pratiche del permesso di soggiorno (dato che il nostro ministero degli interni pur sapendo che i moduli sono destinati astranieri continua a stamparli solo in italiano)ultimamente l’ ho fatto per la ragazza erasmus turca che resterà a casa mia per svolgere questa esperienza culturale che trovo molto formativa, ora che partirò continuerò comunque a pagare la mia colf filippina anche se la casa avrà bisogno di meno cure, ma nn ho pensato neanche per un attimo a lasciarla per strada o a diminuire le sue ore, oltre a lei pagherò una ragazza rumena che si prenderà cura solo dei miei gatti… che per ora purtroppo resteranno qui.
      Come vedi gli stranieri comunitari e nn fanno parte del mio quotidiano ed io li adoro tutti perchè sono venuti qui con l’ intenzione di si di cambiare vita ma in modo onesto e basato sulla voglia di lavorare e di integrarsi, per questo tipo di persone casa mia è sempre aperta.
      Gli atteggiamenti, e le situazioni che combatto sono altre e li ho ben specificati nel dialogo con Chiara( la quale spero che continui a frequentare comunque il blog anche se la vede in modo completamente diverso dal mio).
      Come hai anche detto tu la maggior parte dei criminali rumeni è sul nostro territorrio e parlare di questione rumena nn è sbagliato, penso solo che a mali estremi occorrono rimedi estremi.. con questo nn voglio inneggiare nè alla violenza nè alla xenofobia, lo stesso naturalmente vale per i criminali nostrani. Ci vogliono leggi nuove adeguate alle nuove situazioni e dinamiche che si stanno creando( sia in fatto di emigrazione che per quello economico tanto per dirne una), ci vogliono modifiche alle vecchie leggi per adeguarle alle problematiche attuali.
      Ciao V.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Franz’s Blog

Se vuoi aiutarmi a tenere vivo questo blog, puoi fare una donazione. Non ci sono limiti, ne in basso ne in alto.

In ogni caso, Franz’s Blog resta a tua disposizione come per tutti.

Grazie infinite, qualunque sia la tua intenzione!





Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Cerca nel sito
Solo corrispondenza esatta
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Cerca nei post
Cerca nelle pagina
Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Su FB…
Guardiani

Guardiani

Guardiani

- Romanzo -

Sullo sfondo della millenaria guerra con i Kerberos, razza dedita alla conquista ed al dominio, i Guardiani, guerrieri antichissimi dotati di straordinari poteri e le loro bellissime compagne, le Donne di Razza, anch’esse dotate di poteri e percezioni sottili e in grado di tramutarsi in enormi pantere, sono alla ricerca del futuro Guardiano Imperiale, disincarnato a forza dai Kerberos e del tutto inconsapevole su un pianeta sconosciuto. La sopravvivenza di milioni di razze e pianeti dipende da una corsa contro il tempo per ritrovare Kirshan prima che lo facciano i nemici.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate