Crisi mutui e Unicredit: La Libia gestirà uno dei tre soci di maggioranza di Bankitalia?

Intanto che gli Italiani continuano, imperterriti, a farselo mettere nel didietro dai media che continuano a strepitare sul caso Englaro, Unicredit diventa una banca Libica. Ve la ricordate la serie di post sui mutui e sul signoraggio? Avevo in questo post evidenziato gli azionisti di maggioranza di Unicredit, vale a dire:

Fondazione Cariverona 5%
Banca Centrale Libica 4,23% (dal 16 Ottobre)
Fondazione CrT  3.83%
Carimonte  3.35%
Allianz 2.35

Da quanto si legge in questo articolo sul Corriere di oggi, Cariverona ha rifiutato la recente richiesta di aumento di capitale di 440 milioni di Euro, che invece verrà portata avanti da Crt e Banca Centrale Libica insieme a Carimonte.

Questa piccola operazioncella porterà la banca centrale libica al 7% di capitale su Unicredit, portandola così allo status di socio di maggioranza. Percentuali a parte, Unicredit insieme a Intesa San Paolo e Banco di Sicilia, è l’altro socio forte di Bankitalia, che così si vedrà gestita da due soci italiani e uno libico.

Comunque la vestano questa faccenda, all’Italia sta sfuggendo che Bankitalia di questo passo non sarà più italiana!

Tag Technorati: , , ,

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

3 Comments

  1. […] articolo originale: Crisi mutui e Unicredit: La Libia gestirà uno dei tre soci di… Author: admin     02 9th, 2009 in Banche, Comparazione, Mutui […]

  2. Luca ha detto:

    ciao mi chiamo Luca e ti scrivo dalla redazione di Showfarm (www.showfarm.com). Ci piacerebbe avere un tuo contatto personale per farti una proposta. Il mio indirizzo è luca.fusco@showfarm.com.
    A presto,
    Luca

  3. Sting ha detto:

    E’ l’ennesima riprova che il nostro paese è gestito in modo rapace, da persone altamente immorali che hanno come unico obbiettivo il guadagno personale (inteso anche della singola azienda o lobby). L’interesse al bene comune, che dovrebbe animare gli amministratori pubblici, ancora di più la classe politica, è totalmente dimenticato (volutamente).
    Siamo merce da svendere per l’interesse di pochi. Diventiamone consapevoli.

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.