Iran: impiccato fino al danno cerebrale, poi giù. Ancora qualcuno che vuol dare il voto a gente così?

Esiste una maledizione araba, non ne conosco l’esatta provenienza territoriale. Se non vado errato recita circa così:
“Che ti restino solo il cervello e gli occhi per piangere!”

Oggi sul corriere, una notizia che fa pensare che in Iran sia stata applicata. Un tizio viene condannato a morte per omicidio, mediante impiccagione. Non è di certo una bella morte, ma nella media abbastanza veloce, no?

Sbagliato. I parenti della vittima pagano, e il condannato non ha la classica impiccagione con frattura cervicale e morte. Viene appeso lentamente, e lasciato lì per alcuni minuti, dopodichè tirato giù ancora vivo.

Il danno cerebrale è praticamente certo, e molto probabilmente il tizio rimarrà fortemente menomato. Quasi certamente gli rimarranno veramente solo un cervello malandato e gli occhi per piangere, ammesso che riesca ancora a farlo.

Ora, fermo restando che non me ne frega nulla di cosa queste persone facciano a casa loro, quello che mi chiedo è: veramente qualcuno avrebbe ancora voglia di concedergli il diritto di voto in Italia?

Tag Technorati: , , ,

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

1 Comment

  1. Frederauser ha detto:

    Sono con te Franz, messaggero di Madama Libertà

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.