Nasce l’auto volante: 500 esemplari entro l’anno prossimo, in produzione entro il 2012

E’ una cosa che mi sono chiesto da parecchio. Con il traffico che strangola il trasporto urbano e su gomma in genere, come mai nessuno ancora si è messo a produrre un mezzo volante sufficientemente piccolo da consentire anche il trasporto urbano?

Non sono mai riuscito a darmi una risposta, ma a quanto pare qualcuno ce l’ha fatta.

Il servizio è sul corriere , nella gallery corredata di foto. Si chiama Skycar M400, e l’ha realizzata un signore dalla mente brillante, tal Moller.

Secondo l’articolo dovrebbe essere prodotta in 500 esemplari pilota ed entrare in produzione di serie entro il 2012.

Chissà se questa volta ce la faremo o se si tratta dell’ennesima bufala?

Tag Technorati: , , ,

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

11 Comments

  1. Alessandro ha detto:

    L’idea e’ decisamente accattivante, sia per i risvolti pratici, che per l’aspetto “ludico” in stile oo7…
    Vedremo se avra’ un futuro, e se superera’ i “cartelli” degli autocostruttori (ma del resto, se va a benzina -e con quei consumi- una “fazione” che la appoggia l’avra’ sicuramente….) .
    Pur se appassionato (ed operatore) del settore, condividendo la speranza che prendano piede forme tecnologiche che superino e risolvano gli “stupidi” problemi in cui ci ingorghiamo -ed intossichiamo- ogni mattina.
    Io immagino che forse dovremo abbandonare la velleita’ della super-sportiva -o del suv da 200CV- per andare in centro, e probabilmente il trasporto collettivo -magari in forme piu’ smart delle attuali- sara’ la soluzione (un autobus che consuma come 3 autovetture, e che porta 80 persone, comincia ad esserne una prima evidenza; a voi la valutazione per un tram o una metrolopitana).
    Termino questo “noioso” commento con una domanda/provocazione (e visto il “tono” del blog, sono sicuro sia il posto giusto) : forse non sara’ solo la ricerca e scelta di una nuova tecnologia (elettrico, idrogeno, etc…) o sistema veicolare (scooter a 3 ruote, auto-volanti, …) , ma un’analisi e cambiamento della logica e del sistema di trasporto, a determinare il miglioramento.
    Le stesse autovetture che abbiamo oggi, in una viabilita’ moderna (e non paleolitica, che ci ostiniamo a tollerare) sarebbero piu’ efficaci nel trasporto e -in proporzione- meno inquinanti. I mezzi pubblici, in una rete di collegamento progettata ed ottimizzata (c’e’ chi studia per farlo… facciamoglielo fare; e poi applichiamolo anche!) sarebbero sicuramente la chiave di volta per muoversi in qualunque citta’.
    Forse dovremmo smettere di tollerare l’incapacita’ di chi ci amministra?

    • Franz ha detto:

      E questo si è un suggerimento che ha un senso. Il problema in Italia è che nessuno ormai si muove più. Tutti sono lì ad accettare supinamente qualunque cosa con un fatalismo a dir poco preoccupante!

  2. luca ha detto:

    Concordo pienamente con Alessandro!!!speriamo,ma è ancora utopia che la situazione migliori…forse nn ci siamo spaventati ancora abbastanza,ma il nostro pianeta i segnali ce li manda già da tempo…chi vivrà vedrà!!!

    • kekko ha detto:

      io credo alle macchine volanti,infatti ci siamo siamo arrivati nel 2012 ed ancora non si vede neanche una vera e propria automobile volante svolazzare nelle vie della città però io spero sempre che entrerà in commercio e che almeno entro il 2013-2014 il prezzo delle auto volanti si abbaserà ed inizierà una nuova era l’era delle automobili volanti………………………….pero fanno un po schifo xkè sono come degli aereoplani però la skycar e migliore della terrafugia transistions…..bacioni e…………….ciaooooooooooooooooo

  3. Franco Giamba ha detto:

    Ciao avevo postato qualke giorno fa ma, non “è rimasta traccia”.
    Mi associo con ki pensa e a ragione ke I MEZZI PUBBLICI andrebbero potenziati e ke QUELLO dovrebbe essere il futuro. Io, ad esempio, abito a 6 km dal luogo di lavoro. In auto ci metto dai 10 ai 15 minuti tanto ke, avessi le gambe buone (e ci fossero piste ciclabili), la bici sarebbe l’ideale. In Autobus ci metterei 40 – 50 minuti!!! Veniamo all’argomento del post.
    Io non demonizzerei assolutamente la NON costruzione di queste “auto volanti”. Sappiamo ke il traffico aereo è controllato STRETTAMENTE dagli uomini radar. Ogni apparecchio ke vola è dotato di un trasponder UNIVOCAMENTE impostato. A terra l’uomo radar lo segue, monitorizzando ogni attimo e …. LO GUIDA su una strada virtuale. Lassù non esistono strade come noi le intendiamo: “visibili”. Oltre all’uomo radar civile, ogni velivolo è monitorato, per sicurezza, ANKE da … uno o più uomo radar della difesa (militare) ke non interagisce con il velivolo (a parte non debba farlo abbattere 🙁 ). Con questo cosa voglio dire? Ke non è assolutamente semplice volare “a cazzo” con un mezzo proprio così come ci spostiamo con le auto (poi quello del post leggo vola a … 9.000 metri … METRI??). Dovrebbero essere create PRIMA delle infrastrutture, così come ci sono le strade il codice della strada e quant’altro. Poi, tra l’altro, guidare “in tre dimensioni” non è proprio da tutti. Non solo, se provate a vedere cosa voglia dire possedere un piccolo velivolo …. la manutenzione alla quale deve essere sottoposto è MOLTO dispendiosa (giustamente).
    Ricordo, ad una Parigi-Dakar 2 motociclisti ke riuscirono a cilindrarsi in pieno deserto (e non fu l’unico caso) ….. sembra impossibile ma … ACCADE. Voglio dire già solo una decina di queste auto ke volano nella stessa zona … IO non mi sentirei al sicuro.
    Saluti e non abbiatemene

  4. Enrico ha detto:

    Bisogna ammettere però che spostarsi (volando) in maniera autonoma è un lusso che varrebbe la pena di concedere a qualcuno.
    Come in tutte le cose finirà che chi avrà il grano riuscirà a volare anche se non è
    capace a mettere l’auto in garage senza colpire il muro e chi non avrà il grano guarderà per aria.
    Io voto per una patente seria
    perlomeno la C per quando si va a terra e il brevetto per il volo.

    Mi sembra un’idea fare formazione ad hoc sui piloti. Più che il brevetto ci vuole la comprensione del fatto che si maneggia un velivolo ad uso privato fuori dalle piste.

    Ma vi immaginate in Italia il far west!

    Forse sarebbe meglio andare a piedi e tutti.

    Se però mettono per aria degli incapaci solo per fare cassa, vi immaginate il risvolto sociale…
    tutti vorrebbero l’auto volante, un vero cazzo di straenorme disastro!

    Già i vicini si AMMAZZANO per un posto d’auto, immaginatevi i decolli,
    cani che abbaiano, vecchi che imprecano, dopo i ricchi verrebbero anche tutti
    gli altri, solo che questo boom economico che magari ci serve anche ci porterebbe
    a vivere ancora peggio.

    Io dopo aver visto i cambiamenti della tecnologia penso che sia meglio pensarci bene
    prima di fare una cazzata del genere.

    Sarebbe piuttusto l’ora di fare auto che vanno a 90 e consumano poco.

    L’auto volante è una gran bella idea, ma come qualcuno ben dice non si può guidare a cazzo
    quindi non sarebbe poi divertente più di tanto.

    Almeno non più di guidare un ultraleggero.

    E allora forse è meglio mantenere gli aerei aerei e le auto auto, e dedicare un pò più di
    tempo e cervelli nel aiutare a vivere questo pianeta.

    Ma delle belle simil Pande Trente a gas e pannelli solari che fanno i 70 no?

    truncia

    • Franz ha detto:

      Devo darti ragione su tutta la linea… purtroppo al giorno d’oggi la facoltà di collegare più di due neuroni sembra sempre più rara! Credo che lo scenario da te dipinto sia fin troppo ottimistico! 🙂

  5. Iodice Generoso ha detto:

    Io vi propporrei di costruire macchine elettriche che non hanno bisogno di carburante,ma solamente di una patente speciale,e di un compiuter a bordo anche radar che dice se in quella direzione c’ e’ il rischio di collisione con altri veicoli volanti,e un motore elettrostatico dotato di un compiuter come un cervello che alza un braccio(ovviamente sempre come un compiuter,se no c’ e’ il rischio di ribellione delle macchine),che dotato di una dinamo e’ capace di riprodurre energia per quanto ne consuma durante il tragitto,cosi si avranno consumi zero ed emissioni zero e zero collisioni,se questi che guidano non vogliono fare del male a loro e agl’ altri.

  6. Iodice Generoso ha detto:

    Scusate con tutte le tecnolie avanzzate che ci sono oggi,ad esempio un’ auto volante che in caso di avaria,possiede un sedile di espulsione ed un radar che ti segnala sempre la triettoria da prendere per non collidere con nessuno,oppure un comando elettronico utilissimo e delle funzioni che ti dice tutti i problemi che possono essere durante il decollo,durante il viaggio e durante l’ atteraggio secondo me questo pessimismo non ti serve a niente solo a farti del male a te e a gli altri,e a non progredire mai in niente.Ti dico questo perchè la tua natura non è pessimista perchè se vorresti ricordarti di quando eri piccolo come eri felice,e GESU’ DICE:se non diventate piccoli come dei bambini non potete entrare nel REGNO DEI CIELI,ed ad un’ altra parte DICE:IL REGNO DEI CIELI E’ GIA DI MEZZO A VOI.Io te lo dico ma non ti obbligo,fai come vuoi.Poi se credi che non sia valido quello che ti dico,fa finta che non ti ho detto niente.Comunque ti voglio bene lo stesso.

  7. annal ha detto:

    ci sono parecchie persone che hanno la strizza di volare, quindi questo tipo di macchina potrà avere un posto
    io sarò la prima a comprarla se avrò i soldiXD

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.