Alitalia: io li licenzierei tutti, dal primo all’ultimo

Se fossi il direttore del personale di Alitalia lascerei a casa tutti coloro che stanno mettendo in piedi la ridicola protesta di questi giorni.

Questa gente, con la pippa che il loro lavoro è particolarmente stressante, stanno piantando un casino perchè trovano ingiusto un provvedimento che li lascia a casa, e questo lo potrei capire.

Quello che non capisco è che il provvedimento li lascerebbe si a casa, ma con SETTE ANNI DI STIPENDIO PAGATO ALL’80%!

Ma cosa cazzo si lamentano? Facciamogli due conti in tasca ad un pilota Alitalia (per quanto possibile, vista la cortina di fumo dietro cui vengono celate le reali retribuzioni).

Tra paga base e indennità, più o meno nascoste, la retribuzione media di un pilota della nostra compagnia di bandiera è di circa 121.000 euro lordi l’anno (dati presi da questo articolo del Sole 24 Ore, che suggerisco di leggere). Facciamo il caso di un pilota che lavora da cinque anni in questa compagnia (è un’anzianità media).

Al modico compenso di 121.000 euro l’anno, considerando la maturazione di una sola mensilità annuale come TFR, e 14 mensilità retribuite annuali, fanno circa 43.000 euro lordi di TFR.

Quindi un pilota che oggi viene lasciato a casa, se ne uscirà con circa 17.000 euro di liquidazione, e gli verrà corrisposto per 7 anni uno stipendio netto pari a circa 2.700 euro al mese.

Il tutto per non fare un cazzo.

Queste persone si ostinano a piantare i bastoni tra le ruote dell’azienda, ma soprattutto tra le ruote di tutti quelli che per sfiga devono volare con Alitalia.

Io fossi il direttore del personale farei come fece credo Bush, di fronte allo sciopero dei vigili del fuoco: li licenzierei tutti in tronco, sostituendo tutti nel giro di quindici giorni. Certo, così mi toccherebbe lavorare, ma solo per due settimane. E poi, sai che risparmio?

Tag Technorati: , ,

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

8 Comments

  1. marco ha detto:

    In merito all’articolo su Alitalia che appare nel tuo blog, vorrei fare una precisazione visto che io sono pilota e lavoro per Alitalia, ancora per poco, e fiero di averci lavorato per 11 anni, e di aver dato la mia professionalità per una compagnia in cui credevo, ma ahimè governata dalla politica che altro non ha fatto che rubare e che lo continua a fare. Non andrò mai per mio volere in cai, perchè lavorare per gente condannata con fedina penale infangata non ci tengo, perchè ho una dignità ancora, perchè questi “imprenditori” appoggiati dalla propaganda politica altro non vogliono fare che un investimento con i soldi dei cittadini senza nessun rischio.E tu una dignità ce l’hai? Tu che scrivi un articolo inventandoti cifre e dati non conoscendo per niente la situazione reale qual’è, forse informato solo leggendo i giornali, comandati a dovere per farti passare una porcata politica italiana additando gente motivata che da anni svolge il suo lavoro! Spero non ti capiti mai comunque di volare su di un aeroplano con un pilota che non sa fare il suo mestiere…perchè forse di questi tuoi articoli così qualunquisti e banali non riusciresti più a scrivere! Buona vita!

    • Franz ha detto:

      Mi spieghi perchè non leggi gli articoli prima di dire cazzate piene di contraddizioni?

      L’Alitalia è una compagnia rovinata. Gestita finora da gente che magari la fedina penale ce l’aveva anche immacolata, ma che l’ha portata alla rovina. E questo l’ho detto.

      Al personale viene data la possibilità più unica che rara di starsene a fare un cazzo per sette anni all’80% dello stipendio. E questo è di dominio pubblico, nega se non è vero… le altre cifre le ho prese da un articolo (citato) del Sole 24 Ore. Nel caso pigliatela con loro, però prima spiegami perchè è quasi impossibile trovare un elenco chiaro e trasparente di tutte le voci che concorrono a formare la busta paga di un pilota.

      Ciononostante il personale protesta, fa sciopero perchè VUOLE restare in Alitalia. Tu per primo definisci la tua compagnia “governata dalla politica” e asserisci di non voler lavorare per gente con la “fedina penale infangata”.

      Se sei uno di quelli che scioperano ti sei appena sconfessato.
      Se sei uno di quelli che prendono i loro sette anni di ammortizzatori sociali, non dovresti trovarti in disaccordo con quanto da me scritto.

      A meno che ovviamente tu non abbia letto solo il titolo e non il post.

      In ogni caso, ti suggerisco di ripensare alla questione della tua dignità, perchè quantomeno da un punto di vista di genere, i piloti scioperanti stanno facendo la figura di quelli che la dignità non sanno neppure da che parte sta di casa.

      Insomma… hai capito no?

  2. marco ha detto:

    Grazie del suggerimento ma innanzitutto ti vorrei chiarire che protestare è una cosa e fare sciopero è un altra, visto che fai forse un pochino di confusione su quello che stà accadendo, sarà forse che leggi troppi giornali e che usi le stesse pagine di giornali a riferimento per raccontare fatti a te completamente sconosciuti! Le cancellazioni di voli di questi giorni sono fatte da Alitalia, dal Commissario Fantozzi su richiesta del Governo Italiano per distrarre l’opinione pubblica dalle mosse degli imprenditori LADRI di cai, agevolare il loro percorso col bottino rendendo colpevoli i lavoratori o come dicono i giornali o i ministri,quella ‘minoranza’ di lavoratori che si oppongono! Quella minoranza è l’89% dei lavoratori Alitalia.

    Sarei curioso di sapere che lavoro fai tu!

    Sono fiero di aver fatto parte di Alitalia e lo ribadisco!!!
    Una compagnia che se pur amministrata dallo stato in modo lacunoso e sporco, ha una storia di volo dal 1947, di manutenzione e di addestramento che ci invidiava tutto il mondo, ma tanto a te che ti frega…importante è che da domani non esista più…vero?
    La nuova compagnia che nasce invece ha solo lo stesso nome,parte degli aerei (80 in meno) e ingloberà una compagnia privata in essa dal nome Airone che attualmente ha 700 milioni di euro di debito …a scusa ma quelli se li accollerà il paese, come del resto quelli prodotti dalla mal gestione politica Alitalia!
    Per quanto riguarda la mia busta paga ha al suo interno 2voci, stipendio base + indennità volo…quindi quello che hai letto mi sa proprio che non sia vero!
    La cassa integrazione invece che tu dici essere l’80% dello stipendio, si è vero, a voce Berlusconi l’ha detto, come 7 anni fa disse del ponte di messina, ma nulla è stato firmato ancora e quello che è certo, forse, sarà che il mese prossimo, quando andremo in cassa integrazione, sarà di 800 euro inps per 4 anni+3 di mobilità!!!
    Aggiungo una cosa, la mia professione non ha mai avuto in tutto il mondo casi di cassa integrazione, poichè come tu non sai, io devo volare ogni mese per tenermi allenato ed addestrato a farlo, ogni 6 mesi devo sottopormi ad un esame pratico al simulatore di volo e teorico e alla visita medica presso l’istituto medico legale dell’aeronautica militare e se una di queste cose non vanno bene, vengo licenziato perchè non più idoneo al volo!
    Allora pensa a quanto io possa essere contento di starmene a casa,pagato 800 euro per 4 anni, se perdo le mie qualifiche e tanto non potrò mai più professare il mio lavoro? Io non ci sono capitato a fare il pilota, ho studiato, passato esami ti assicuro non facili e sacrificato diversi anni della mia vita per farlo…ma l’ho fatto inseguendo la mia passione e non la ricerca esclusiva di soldi come dai tuoi articoli vuoi farmi passare.
    Spero di esserti stato d’aiuto, con le mie cazzate come dici tu, per capire meglio quello che stà succedendo davvero in Alitalia!

    • franz ha detto:

      Certo che mi sei stato d’aiuto, e molto. Vedi, questo commento ha un senso; perchè parla di quello che sta succedendo “dall’interno”. Io non sono un giornalista, esprimo solo il mio pensiero. E quello si basa su quelle informazioni che posso recuperare in giro. A volte riesco a raggiungere qualche fonte che ha un senso, a volte mi baso su quello che trovo sulle testate nazionali. Quasi mai su una sola, devo dire.
      Questo tuo secondo commento ha di fatto gettato una bella pietra in uno specchio. Perchè i casi sono due: o conti balle tu (e non riesco a trovare un motivo per cui dovresti farlo) o come succede sempre più spesso, le raccontano i giornali e i media nazionali.
      In questo blog, come è facile verificare, i commenti non sono moderati. E questo per una scelta mia di base.
      Il tuo commento precedente mi stava sulle balle, perchè non offriva una confutazione reale a quello che dicevo, ma solo una questione retorica (oltre non si sa perchè a farsi delle domande sulla mia dignità).
      Questo ultimo invece, anche se mi dice che ho preso una cantonata, offre un vantaggio a coloro che leggono: trovare un’esposizione di FATTI, che confutano quella giornalistica.
      Cosa che non può che farmi piacere.
      Pertanto, se lo desideri, e avessi dell’altro da dire, sentiti libero di mandarmi un post per mail. Corredalo con eventuale pseudonimo sempre se lo desideri, e io te lo pubblico molto, ma molto volentieri.
      Altrimenti grazie mille comunque. Buon fine settimana.

  3. Franco Giamba ha detto:

    Si devo dire ke Marco ha … dato nuovi spunti di riflessione per tutti NOI … ke erano convinti convinti ke … “Ma di ke cazzo si lamentano piloti e compagnia bella di Alitalia?”. Sicuramente i giornali e TG sono “censura” … danno … notizie KE e COME vogliono loro … omettendo parti e …. continuando a martellare su altre. Fanno passare SOLO quello ke vogliono. Bene (anzi male ma… ) esistono i blog. Io non conosco piloti e …. anke se fosse non mi oserei di fare ciò ke QUI mi oso. TUTTI (e dico tutti) parlano delle 1.000 voci ke tra indennità e cosette varie compongono la busta paga dei lavoratori “volanti” di Alitalia e ke sono tra i più pagati d’europa …. COME NETTO “in basso a DX” sulla busta paga. E’ vero ke lo stipendio base può essere minore di colleghi europei, ma se poi le voci di indennità “fisse” portano il netto … IN SU più in alto degli stessi colleghi europei …. allora …. anke questo conterà no? Vengo ad una mia curiosità. Previa cancellazione dei dati personali … perkè non scannerizzate un paio di buste paga con tutte le voci (Marco dice solo 2) ke la compongono e la fate publicare da Franz??? Smetteremo di credere alle panzane ke dicono i media …. oppure no. Addirittura sarebbe … interessante, Marco, ke un qualke tuo collega di compagnie diverse, immagino siate amici ritrovandovi insieme negli aereoporti, alberghi ecc., possa fare altrettanto in modo da fare un confronto diretto. Mi sono osato e? Bhe in fondo il blog, servono anke a questo, quando si ha una informazione ….. “malata” di servilpoliticismo, con un -sistema di regolamentazione dell’informazione italiana- ke fa passare con attenzione SOLO il messaggio ke si vuole … BE avere il coraggio di … FARE VEDERE LA VERITA’, buste paga alla mano … farebbe BENE alla causa dei dipendenti Aeritalia no? Noi Italiani …. martellati dall’informazione ke prendete stipendi MOOOLTO più alti dei vostri colleghi stranieri potremmo ricrederci e …. STARE con VOI!
    Saluti Franz Saluti Marco

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.