Coop ritira i prodotti Galbani. Precauzione? O forse altro?

E’ sul Corriere, a questo indirizzo.

A quanto pare l’accusa, portata avanti anche da alcuni dipendenti, è quella di proporre prodotti con la data di scadenza contraffatta.

Nulla di definitivo, ma mi viene spontaneo pensare che se una COOP arriva a ritirare dei prodotti dalla vendita non possa certo trattarsi di una cosa inventata.

Tra l’altro la cosa mi incuriosisce parecchio, dato che qualche tempo fa la Galbani fu coinvolta, questa volta come vittima, in un altro scandalo alimentare, quello della Delia, l’azienda di Piacenza che riciclava i formaggi andati a male per distribuirli alle aziende del territorio. Ne avevo parlato in questo post.

La Galbani era citata dall’articolo di Repubblica come una delle aziende a cui andavano i prodotti adulterati della Delia.

Insomma, tanto per cambiare il dio denaro la fa da padrone. Ai nostri danni.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

7 Comments

  1. Alex ha detto:

    Avevano fatto un bel servizio su Mi Manda Rai Tre…ringrazia che non l’hai visto…
    Sennò capiresti perché la Coop ha tolto la Galbani dai suoi marchi, e perché lo faranno anche gli altri supermercati!! Non te lo racconto solo per farti un favore =) eheh!

  2. Alex ha detto:

    Tutti i prodotti scaduti ammucchiati…cibo a contatto con carta o plastica sporca…topi che ci passeggiano in mezzo…poi questi prodotti igienici venivano ripresi per rimetterli in commercio con nuove confezioni! Non male, no? Ora cerca di non pensare a cosa hai mangiato in passato (ed eventualmente svuota il frigo eheh).

  3. the_highlander ha detto:

    Se si comincia tutti a fare attenzione a quello che compriamo, informandoci da dove vengono le cose, cosa contengono etc… allora appena un’azienda viene sfiorata da qualche scandalo del genere si vedrebbero le vendite a picco, e farebbero di tutto per evitare queste reazioni dandosi una regolata. Sogno una società con dei singoli che mandano a cagare in modo forte le aziende che operano senza etica favorendo quelle che cercano di proporre prodotti + naturali, biodegradabili, non testati su animali e di qualità. Mangiamo meno ma mangiamo meglio, fan culo la giacchetta foderata di pelle fatta in cina. Invece di bere tutto facciamo ricerca sul prodotto che vogliamo comprare, informiamoci, e poi facciamo una scelta che consideri tutti i fattori, non solo: “Hugh, nella pubblicità a quella gnocca piaceva il tipo che usava il profumo Peldecul por Homme; Hugh anche io volere essere figo; Hugh, io comprare subito Peldecul por Homme” 🙂

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.