Sudan come Roma: vietato andare in giro con vestiti provocanti

E’ sul Giornale: in Sudan la polizia ha fermato (è un euforismo) 35 donne perchè andavano in giro con pantaloni troppo aderenti minacciando la sicurezza.

A Roma arrestano le donne se vanno in giro in minigonna lungo la strada.

Effetti di un DDL (quello di Maroni) che ha dato ai sindaci (in questo caso Alemanno) carta bianca su qualsiasi porcata gli venisse in mente, grazie anche a un altro DDL (quello della Carfagna).

Ecco a voi Roma come il Sudan.

Non c’è proprio nessuna ma nessuna differenza.

Cerchiamo di rendercene conto.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

2 Comments

  1. federico leopardi ha detto:

    Stò camminando per strada e ad un certo punto vedo un uomo in atto di demonico stupro su una donna in gravissimo sttrazio fisico emotivo e mentale: credo ke potrei ucciderlo!!!

  2. Umberto Veronesi ha detto:

    Credo che ti stringerei la mano e mi sentirei in debito con te. Però avrebbe stuprato due volte. La povera vittima e la società civile. Quest’ultima che si costringe ad operare contro i propri valori (omicidio) per annullare una fonte di male. A quel punto il male subito dalla società sarebbe doppio. Però almeno finirebbe lì…

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.