Crisi mutui: il signoraggio questo sconosciuto 6 – Riassunto

Arrivati a questo punto un po’ di sintesi di quanto detto finora, non fa male (anche per me).

Allora: la Banca d’Italia è un’impresa pubblica nel nome, ma nei fatti è una SPA di proprietà di altre banche.
Questa impresa privata è l’unica ad avere il diritto di stampare la carta moneta. Con un margine mostruoso, vende il denaro che stampa allo stato italiano, il quale lo paga (in titoli o altro) il valore più una percentuale (del 3% circa).

A fine anno lo stato deve recuperare i soldi e li cucchiaia dalla popolazione sotto forma di tasse. Quindi Bankitalia vende carta allo stato, che la ripaga con altra carta, solo che la carta di Bankitalia non gli è costata nulla, quella che lo Stato rende a Bankitalia è costata ai cittadini un anno di lavoro.

Abbiamo poi visto come Bankitalia di fatto sia di proprietà di  alcune banche, assicurazioni, ed enti privati, i cui due maggiori sono: Unicredit e Intesa San Paolo.

Unicredit è di proprietà di fondazioni bancarie (e qui si entra in un bellissimo circolo vizioso: una fondazione riceve soldi dalla banca che l’ha creata, e con quei soldi ci compra…un’altra banca)

Intesa San Paolo è di proprietà della Compagnia di San Paolo, un misterioso ente che dice di non essere una banca ma si comporta come tale,  di un finanziere polacco naturalizzato Italiano, che tramite una holding finanziaria, la Carlo Tassara S.p.A. ha partecipazioni piuttosto consistenti in quasi tutte le banche italiane, e del Credit Agricole, che è una banca francese.

Tutto chiaro fin qui? Bene, perchè la domanda seguente è: perchè? Perchè lo stato italiano non si stampa i soldi da solo (cosa che dovrebbe fare perchè la signoria monetaria dovrebbe essere dello stato, cioè nostra)?

– CONTINUA –

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

6 Comments

  1. Alberto ha detto:

    Possiamo continuare a scherzare e raccontarcela, ma se il Signoraggio è così come ci viene descritto e non avremo subito i soldi per produrre Energia Alternativa, saremo destinati alla più completa e totale rovina. Grazie.

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.