Puttanate mediche: sopra i 60 battiti al minuto sei a rischio infarto. - Franz's Blog

Puttanate mediche: sopra i 60 battiti al minuto sei a rischio infarto.

Eccola la cagata medica di stagione. Da dove arriva? Ovviamente dal Lancet, la rivista più gettonata dalla classe medica quando ne stanno pensando una delle loro, che mediamente significa che devono vendere questo o quel farmaco.

Stavolta hanno deciso che se hai più di 60 battiti al minuto, sei a rischio infarto.

La notizia, prontamente riportata dai giornali, spiega che la cosa emerge da uno studio pubblicato su circa 11.000 persone con problemi coronarici. Un paio di medici fanno uno studio a doppio cieco con un farmaco che abbassa la frequenza cardiaca. Ovviamente le percentuali di sopravvivenza tra i pazienti trattati con il farmaco sono più alte. Per corroborare la teoria, altrettanto ovviamente però occorre che la frequenza considerata normale (e ovunque leggi ti dicono che è un numero che varia a seconda dell’età e della costituzione fisica) diventi improvvisamente troppo alta per tutti, indistintamente, e per corredare la notizia citano il caso di un atleta olimpico che ha una frequenza a riposo di 28 pulsazioni al minuto (notare che Fausto Coppi, da tutti conosciuto come atleta dal cuore estremamente lento, faceva segnare 40 pulsazioni, e già veniva indicato come eccezionale).

Bontà loro, i signori medici indicano sul Lancet la frequenza massima per tutti, quella sotto la quale non sei a rischio di infarto e problemi coronarici: 60 battiti al minuto.

In nessun caso i giornalisti si sono preoccupati di specificare se si parlava di frequenza media, massima o a riposo. Se è la frequenza a riposo ci può anche stare. Peccato che in questo caso sia quella misurata con il paziente sdraiato, rilassato, e in quella posizione da un tot di tempo. Vale a dire una frequenza che non avrà MAI nel corso della giornata. Nemmeno quando si siede sul cesso.

Se si parla di frequenza massima o media invece, è proprio malafede. Il cuore umano sano è molto regolare, è vero. Ma è anche vero che qualunque movimento fisico, emotivo o anche solo mentale, induce un’immediata variazione nel ritmo delle pulsazioni. Se solo vediamo passare per strada un bell’esemplare dell’altro sesso, le pulsazioni aumentano immediatamente. Se stiamo camminando rilassati, siamo già almeno al 15% di pulsazioni in più rispetto alla condizione di riposo.
Se camminimamo un po’ in fretta, o facciamo due rampe di scale, o qualcuno in ufficio ci fa girare i coglioni, ecco che le pulsazioni schizzano alla grande. Tanto più quanto meno siamo allenati.

Ma allora che senso ha pubblicare una notizia del genere, e in questo modo?

Da tempo sostengo che l’informazione pubblica è solo una forma occulta di pubblicità. Non credo che in questo caso l’omissione  sul tipo di frequenza sia casuale. E’ che togliere questa piccola informazione era funzionale alla notizia.

Già l’anno scorso per qualche mese i giornali hanno battuto sulla questione della pressione (se avevi 120-80, fino al giorno prima eri normale. Il giorno dopo eri iperteso). Risultato: un buon aumento nelle vendite dei farmaci antiipertensivi (e contemporaneamente in quelle di Viagra, dati gli effetti collaterali dei suddetti).

Stavolta cosa avremo? Non lo so, ma basta stare a vedere se la notizia verrà inseguita e ricalcata nei prossimi giorni, per capire se serviva qualcosa da mettere tra un articolo sportivo e l’altro, o invece c’è da vendere qualche nuovo farmaco.

Basta aspettare.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

9 risposte a Puttanate mediche: sopra i 60 battiti al minuto sei a rischio infarto.

  • Ciao, la notizia pubblicata parla di 70 battiti al minuto come valore limite e non di 60 battiti come dici tu.
    Ovviamente si tratta della frequenza cardiaca a riposo, a digiuno e in uno stato psico-fisico calmo e rilassato.
    In ogni caso il limite dei 70 battiti si riferisce ovviamente a quelli che hanno problemi corononaici che anche il sesso gli può fare venire un infarto.
    Buona giornata.

  • Effettivamente sulle edizioni online c’è scritto 70, ma sul giornale che ho letto io sono ragionevolmente certo ci fosse scritto 60. Cazz… mi spiace di averlo buttato via. O c’era un refuso o è meglio che mi metta gli occhiali.

    Comunque tu dici “ovviamente”, io pure, ma non so quanti di coloro che leggono i quotidiani sa che quei 70 si riferiscono a quelle condizioni.

  • Mah, a tutti gli effetti quegli articoli erano comunque tendenziosi. E comunque credo proprio li abbiano “buttati lì” come riempitivo. Anche io ho trovato una testata che riportava 60 bpm.
    La tendenziosità è rilevabile dal fatto che non hanno dato il giusto carattere di eccezionalità alla fc dell’atleta da 28 pulsazioni al minuto. Da quando lavoro (sono cardiologo) un ritmo a riposo <= 30 bpm viene considerato ai limiti della compatibilità vitale.
    Molti complimenti al blog. Ogni articolo fa pensare.

  • 70 battiti al minuto, magari, la pace dei sensi!!!! penso anch’io che si tratti di una forma di pubblicità, propongono beta bloccanti e ansiolitici ovunque, e ti fanno sentire un essere strano solo perchè un’emozione , invece che farti restare di ghiaccio,ti fa galoppare il cuore di 10 /15 battiti in più rispetto alla “norma”!!!!! Si entra in un circolo vizioso e se ci credi ti senti malato!!!!!!

  • Per il cuore mica ti danno il farmaco se i battiti sono alti, ma ti dicono di perdere peso o di muoverti. Ti danno il farmaco se i battiti a riposo sono sopra i 100 pur essendo vicino al peso forma, e rivelano problemi di vario tipo (ipertiroidismo o qualche problema al cuore che può in effetti alzare i battiti). Altrimenti si limitano a consigliarti tanto sport, ridurre o togliere caffè e te (ed eventualmente fumo), assumere più liquidi e muoverti (e sono tutti metodi efficaci, perchè spesso la disidratazione, te, caffè e fumo alzano i battiti di brutto). Se non bevi, non fumi, non hai ipertiroidismo e non se grassoti dicono che i battiti de li devi tenere così e ti consigliano di fortificare il corpo con dello sport che male non fa.
    Poi forse hai letto male o ti sei crogiolato nelle informazioni riportate dai siti complottisti. Il battito non deve essere al di sopra dei 75 per le donne e 70 per gli uomini, indipendentemente da peso e altezza (dato che il corpo si aggiusta in proporzione durante l’adolescenza), e comunque nei siti viene specificato che i fattori a rischio devono essere combinati con: pressione alta, obesità, recupero del cuore lento, cattiva alimentazione, tutte cose su cui si può lavorare senza assumere pillole.

    La frequenza a riposo cambia poco se sei seduto o sdraiato. La mia è praticamente uguale sia che sono seduta, sia che sono sdraiata, sia che sono in piedi da un pò (nel momento in cui ti alzi invece si alza di una decina di battiti).
    Comunque l’omissione dei battiti a riposo. Lo sanno tutti che il cuore batte più o meno a quella frequenza quando non si fa nulla, te lo dicono anche sui libri di scuola. La gente non è così stupida da non capire di cosa si sta parlando, quando dicono ’60 battiti al minuto’ (e poi chi ha 60 battiti mentre corre? Impossibile).

    Per l’ipertensione vale lo stesso discorso. La ciccia contribuisce molto ad alzare la pressione del sangue, da ex obesa, posso dirti che prima ero 125/66, ora sono 105/66 (meno male che la minima non si è abassata, è già troppo bassa). Lo sanno tutti che prima dei farmaci si deve puntare sullo stile di vita. Anche i dottori lo consigliano.

    PS – Io mi misuro il battito e la pressione col cucchiaio in mano ed il cibo in bocca a volte. Non cambia assolutamente nulla.

    • Hai letto la data dell’articolo? E’ del 2008. In quegli anni questo era quello che andavano dicendo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Franz’s Blog

Se vuoi aiutarmi a tenere vivo questo blog, puoi fare una donazione. Non ci sono limiti, ne in basso ne in alto.

In ogni caso, Franz’s Blog resta a tua disposizione come per tutti.

Grazie infinite, qualunque sia la tua intenzione!





Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Cerca nel sito
Solo corrispondenza esatta
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Cerca nei post
Cerca nelle pagina
Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Su FB…
Guardiani

Guardiani

Guardiani

- Romanzo -

Sullo sfondo della millenaria guerra con i Kerberos, razza dedita alla conquista ed al dominio, i Guardiani, guerrieri antichissimi dotati di straordinari poteri e le loro bellissime compagne, le Donne di Razza, anch’esse dotate di poteri e percezioni sottili e in grado di tramutarsi in enormi pantere, sono alla ricerca del futuro Guardiano Imperiale, disincarnato a forza dai Kerberos e del tutto inconsapevole su un pianeta sconosciuto. La sopravvivenza di milioni di razze e pianeti dipende da una corsa contro il tempo per ritrovare Kirshan prima che lo facciano i nemici.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate