Una replica a Franz da Morgana - Franz's Blog

Una replica a Franz da Morgana

Sto facendo un po’ fatica a rispondere per una sorta di resistenza (ancora la resistenza,  ma non quella Resistenza, stai tranquillo) ad affrontare un argomento che, paradassolmete, ritengo delicato, benché sia  per sua natura “forte” date le implicazioni che comporta: politiche, sociali, psicologiche e quant’altro.

Nella tua risposta hai rilevato del mio commento solo la parola “armi” stigmatizzando il fatto che azzardo un’utopia: disarmare i governi… e attribuendomi l’incomprensione del fatto che tu, invece, parlavi di libertà e di altro che, tengo precisare, mi trova d’accordo. Infatti ho scritto che restisto solo… ecc., dimostrando di prendermi un porzioncina di quella libertà di cui parli nel contraddirti su un argomento ampiamente trattato anche in altri articoli del tuo blog, nei quali le armi sono solo benviste e il cui possesso sarebbe, secondo alcuni, addirittura una sorta di “calmiere” della violenza imperante.

Fuoco alle polveri, dunque? Da buona combattente, ci sto.

Del resto ho cominciato io, lo so, ben sapendo che solo al nominarle, quelle “cose”  in un modo o nell’altro una qualche esplosione la producono.

  

Innanzitutto tengo a precisare che si trattava solo di una “modesta proposta” che, proprio perché utopica, irrealizzabile e persino un po’ stupida, era da considerarsi per quello che era: una “sparata” estiva, un uso improprio dell’arma della parola, un tentativo di fare breccia (ma guarda che linguaggio di guerra sto usando!) nel muro inviolabile degli appassionati di armi che popolano il tuo blog, nonché nel cuore di chi sostiene che là dove ci sono armi c’è meno violenza, dimostrandolo con tanto di statistiche e dotti riferimenti.  Questo si che è fare informazione!

Perdona il mio spirito polemico anche perché mi spiacerebbe essere scambiata per una di quelle nostalgiche sostenitrici della non violenza, solo così, tanto per contraddire la tendenza generale e promuovere un ribellismo adolescenziale fine a se stesso, sia chiaro non faccio parte di quella risma e dichiaro persino che “quando ce vò ce vò” e adesso, lo ammetto, “ce vò”. 

Mi dispiace solo che, come dici , non ci sia scelta, per questo provo caparbiamente a sognare l’Isola che non c’è.

Le armi, purtroppo, hanno perduto la loro nobile origine: non sono più le spade degli antichi cavalieri, sono le bombe “intelligenti” dei potenti che esplodono alla cieca, sono queste che vorrei togliere dalle loro mani. E se questo non va bene, ti prego, concedimi almeno l’onore delle armi!

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

4 risposte a Una replica a Franz da Morgana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Franz’s Blog

Se vuoi aiutarmi a tenere vivo questo blog, puoi fare una donazione. Non ci sono limiti, ne in basso ne in alto.

In ogni caso, Franz’s Blog resta a tua disposizione come per tutti.

Grazie infinite, qualunque sia la tua intenzione!





Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Cerca nel sito
Solo corrispondenza esatta
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Cerca nei post
Cerca nelle pagina
Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Su FB…
Guardiani

Guardiani

Guardiani

- Romanzo -

Sullo sfondo della millenaria guerra con i Kerberos, razza dedita alla conquista ed al dominio, i Guardiani, guerrieri antichissimi dotati di straordinari poteri e le loro bellissime compagne, le Donne di Razza, anch’esse dotate di poteri e percezioni sottili e in grado di tramutarsi in enormi pantere, sono alla ricerca del futuro Guardiano Imperiale, disincarnato a forza dai Kerberos e del tutto inconsapevole su un pianeta sconosciuto. La sopravvivenza di milioni di razze e pianeti dipende da una corsa contro il tempo per ritrovare Kirshan prima che lo facciano i nemici.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate