Panchen Lama

L'associazione Italia Tibet ha in corso una campagna per la liberazione di Gedhun Choekyi Nyima, leader religioso tibetano

Lo scopro ora, man mano che passando le ore sondo la rete alla ricerca di notizie sulla situazione in Tibet.
In origine era un bambino, Gedhun Choekyi Nyima. Viene rapito all’età di sei anni dalle autorità cinesi, “a scopo preventivo”.

Questo accade nel 1995. Questo bambino è un importantissimo leader religioso. Oggi ha 16 anni, ed è ancora prigioniero. Alla faccia dei diritti umani.

Ma ho scoperto un sito, quello dell’Associazione Italia Tibet, da cui è possibile scaricare due modelli di lettera da inviare al Consiglio dei Ministri e alle Nazioni Unite. Nella prima si richiede che una delegazione internazionale possa verificare le condizioni di questo giovane e ascoltare quello che eventualmente può avere da dire, mentre nella seconda si richiede che la comunità internazionale si muova per ottenerne la liberazione.

Sono lettere semplici, molto brevi. Basta scaricarle, firmarle e inviarle via fax la prima, via posta ordinaria la seconda.

Niente di particolare quindi, solo un gesto e pochi minuti di tempo.
Ma quel gesto può assumere un significato simbolico molto maggiore, nel momento in cui a farlo non è più un singolo, ma una moltitudine.

Perchè quando ci si muove assieme, le cose funzionano. Provare per credere.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

1 Comment

  1. Alberto ha detto:

    Carissimo Franz,
    mi fa molto piacere leggere il tuo blog.
    Permettimi però una piccola precisazione: Panchen Lama non è “una carica regliosa” come scrive italiatibet.org. La definizione esatta la trovi su Wikipedia, ma la aggiungo qui sotto per chi leggesse questo articolo.

    Il Panchen Lama o Panchen Erdeni è una delle due maggiori cariche lama del Tibet e massimo esponente del Buddhismo locale.
    Il Panchen Lama è la reincarnazione di Amitabha Buddha e il nome vuol dire “Grande Studioso” e deriva dal sanscrito paṇḍita (studioso) e chenpo (grande), e il risultato è Mahapandita; ma con il 5° Dalai Lama si è deciso di riservare anche il titolo di Panchen a questa reincarnazione, iniziando con il 1° Panchen Lama, Khedrup Je.
    Attualmente c’è una controversia su chi sia il vero 11° Panchen Lama, visto che Gedhun Choekyi, riconosciuto dalle autorità tibetane è stato arrestato dal regime cinese a soli sei anni, nel 1995 ed il suo posto è stato preso da un certo Qoigyijabu nominato dalla Repubblica Popolare Cinese. Attualmente il legittimo Panchen Lama (quello nominato dai tibetani) è considerato il più giovane prigioniero politico del mondo.

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.