Sul lago di notte - Franz's Blog

Sul lago di notte

al993sxet5Niente da fare; forse il vino, ma molto più probabilmente il mio piede che schiacciava l’acceleratore un po’ in modo disuguale, le stavano rendendo l’operazione decisamente complicata.
Non rimasi molto con lo sguardo sui suoi capelli però.

Credo che la colpa fosse dei seni, che più che occhieggiare si affacciavano dalla scollatura del vestito. O forse delle cosce, altrettanto ansiose di uscire dai rigori di un abito sfacciatamente aderente.

Imboccai una delle mie solite “strade diaboliche”; piccole vie secondarie, che pur costeggiando il lago si perdevano in mezzo alle colline, che in quel tratto abbondavano, pur senza far degenerare la macchia in una giungla incolta.

Frank Sinatra in sottofondo ribadiva il suo ego nell’eterna “My Way” quando a metà di un rettilineo, senza nessun preavviso, la cosa mi sfuggì di mano.

“Devo fare la pipì, ti fermeresti un momento? “ Disse lei, accompagnando le parole con un virginale balugino di denti perfetti, sormontato da due occhigrigi come il mare in tempesta.

Fermai la macchina con calma, accostando quel tanto che bastava per lasciarle lo spazio per espletare il bisogno.

Non potei fare a meno di approvare la vista di quelle lunghissime gambe che proiettavano il resto di quella statua fuori della macchina con una eleganzapiena di energia. Nonostante una lunga esperienza in merito dovetti riconoscere che quella ragazza era decisamente superiore alla media.

La osservai portarsi inaspettatamente di fronte al muso della macchina ed allontanarsi, mentre con fare quasi distratto lanciava il reggiseno in mezzo aicespugli a lato della strada.

“Però!” Pensai, e mi accesi una sigaretta.

Un altro passo in là, e fu la volta del top. Schiena perfetta, da ballerina. Ancora un passo, e la mano passò alla gonna, che si slacciò senza darne parere.

I glutei abbronzati proseguivano dalle cosce tornite e muscolose, terminandole come due capitelli. Osservai che gli slip dovevano essere un optional perquella ragazza. Infatti non li portava.
Scrollai la cenere della sigaretta praticamente in sincronia con le sue mani che ravviavano i capelli sulle spalle disegnate e definite, quando vi fu un fremere di muscoli appena visibile sotto la pelle dei polpacci e delle cosce, mentre divaricava le gambe a cavallo della striscia di mezzeria. Vidi il suo tronco piegarsi in avanti lentamente, mentre le gambe rimanevano tese come due bastoni.

Frank Sinatra lasciò elegantemente il posto a Buddha Bar proprio nel momento in cui il suo volto ritornò visibile da in mezzo a quelle gambe che adesso offrivano una vista completa di una vulva perfettamente depilata, con delle labbra carnose come foglie di ficus (adesso capivo il perché del nome).

Mi sorrise, per ritornare eretta subito dopo, mentre iniziava a fare oscillare il bacino, e contemporaneamente a piegare le ginocchia, accosciandosi lentamente verso l’asfalto. Accesi gli abbaglianti naturalmente, proprio nel momento in cui le prime gocce andavano a cadere esattamente sulla striscia bianca. Osservai il rigagnolo dorato che si formava, defluendo lentamente verso il ciglio della strada.

Quando ebbe finito ruotò sul busto, guardandomi dritto negli occhi. Piano piano sollevò una mano verso di me, facendomi segno di avvicinarmi.

Diedi la tirata finale alla Marlboro, la gettai e ingranai la prima, mentre lei si voltava di nuovo a darmi le spalle, quasi in un gesto di sfida.
Arrivai lentamente dietro di lei, fin quasi a sfiorarle le caviglie con lo spoiler. Scesi.

Il suo corpo era ora solo una sagoma nera, in silohuette sul fascio dei proiettori dell’auto. Alzò le braccia sopra la testa; abbassò il bacino fino a trovare il cofano della Porsche, e si lasciò andare all’indietro. Quando toccò la lamiera calda con la pelle della schiena si lasciò sfuggire un breve gemito, inarcandosi ed offrendomi i suoi seni pieni, su cui i capezzoli si ergevano eretti.

Più tardi, ingranai di nuovo la prima, osservando la mia ospite rilassata sul sedile.

“Però!” pensai di nuovo mentre mi accendevo un’altra Marlboro.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

11 risposte a Sul lago di notte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Franz’s Blog

Se vuoi aiutarmi a tenere vivo questo blog, puoi fare una donazione. Non ci sono limiti, ne in basso ne in alto.

In ogni caso, Franz’s Blog resta a tua disposizione come per tutti.

Grazie infinite, qualunque sia la tua intenzione!





Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Cerca nel sito
Solo corrispondenza esatta
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Cerca nei post
Cerca nelle pagina
Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Su FB…
Guardiani

Guardiani

Guardiani

- Romanzo -

Sullo sfondo della millenaria guerra con i Kerberos, razza dedita alla conquista ed al dominio, i Guardiani, guerrieri antichissimi dotati di straordinari poteri e le loro bellissime compagne, le Donne di Razza, anch’esse dotate di poteri e percezioni sottili e in grado di tramutarsi in enormi pantere, sono alla ricerca del futuro Guardiano Imperiale, disincarnato a forza dai Kerberos e del tutto inconsapevole su un pianeta sconosciuto. La sopravvivenza di milioni di razze e pianeti dipende da una corsa contro il tempo per ritrovare Kirshan prima che lo facciano i nemici.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate